2.5 C
Tokyo
Cultura Giorni di festa e chiusura in Giappone

Giorni di festa e chiusura in Giappone

- Pubblicità -

I lavoratori giapponesi hanno meno ferie rispetto a noi italiani, ma si riscattano con ben 16 giorni di festività nazionali. In queste giornate sono chiuse scuole, uffici pubblici e aziende private. Sono però aperti i ristoranti e, salvo eccezioni, attrazioni turistiche e centri commerciali, permettendo così ai lavoratori e alle loro famiglie di fare qualche breve viaggio o dedicarsi allo shopping.

Escludendo il mese di giugno, c’è almeno un giorno di festa ogni mese. Seguendo la regola dell’ happy monday, nel caso la festa cada di sabato o di domenica viene automaticamente recuperata il lunedì successivo creando la cosidetta 三連休 (Sanrenkyū) ovvero i “tre giorni di vacanza”.

Se tra due feste nazionali c’è solo un giorno lavorativo la legge prevede che automaticamente venga istituito il Kokumin no kyūjitsu (letteralmente festa dei cittadini, ma noi lo chiamiamo semplicemente ponte). Fino al 2007 il 4 maggio era solo un ponte, poi è stato istituito lo Showa no hi al 29 aprile, spostando il giorno del verde dal 29 aprile al 4 maggio a sostituzione della festa senza nome.

Solo in alcuni anni i ponti automatici creano quella che viene chiamata “silver week” a settembre. Si tratta di ben 5 giorni di festa, ma si avrà prossimamente nel 2026, 2032, 2037, 2043. In altri anni (tipo 2020) è di “soli” 4 giorni.

Sapere quando cadono queste festività è importante per programmare il proprio viaggio, in quanto moltissimi giapponesi ne approfittano per delle mini vacanze, rendendo difficile prendere gli shinkansen o anche solo prenotare un albergo.

La massima concentrazione di feste si ha nei primi giorni di maggio con la cosiddetta golden week: ci sono ben 4 festività nell’arco di 7 giorni e spesso si “allunga” se il weekend precedente o successivo si possono attaccare favorevolmente.

Per completezza abbiamo preparato un elenco di tutte le ricorrenze giapponesi, evidenziando le feste nazionali (le festività con chiusura delle attività). Come potrete vedere ci sono anche festività tipicamente occidentali che sono ormai state adottate anche in Giappone e magari adattate ai loro gusti. Il natale ad esempio è più una festa degli innamorati, vi abbiamo segnalato anche questi periodi particolari per sapere cosa vi attende se decidere di fare un viaggio in giappone in questi momenti.

Indietro

3. Elenco festività e ricorrenze giapponesi

1 gennaioShogatsu, ovvero capodanno (il periodo di festività prende qualche giorno) –Festa nazionale

7 gennaioJinjitsu, la festa dell’uomo

intorno al 15 di gennaio Dondo-yaki, il termine delle festività del nuovo anno

seconda domenica di gennaioSeijin no hi, cerimonia di passaggio all’età adulta –Festa nazionale

3 o 4 febbraioSetsubun, passaggio dall’inverno alla primavera.

11 febbraio – Giorno della fondazione nazionaleFesta nazionale

14 febbraioSan valentino

23 febbraio – Tenno tanjobi, compleanno dell’imperatore Reiwa (attuale imperatore) –Festa nazionale

3 marzo Hina matsuri festa delle bambine

15 marzoWhite day, giorno della “risposta” degli uomini a San valentino

20 o 21 marzo – Shunbun no hi, equinozio di primavera –Festa nazionale

8 aprile – Hana matsuri, anniversario della nascita di Buddha

fine marzo-inizio aprileHanami ovvero il periodo in cui fioriscono i ciliegi e ci si trova a contemplarli

Indietro
Avatar
nicolahttp://www.peresempio.it
Ama la fotografia, il buon cibo e viaggiare quando puo'. Ha conseguito la certificazione "Wset level 1 award in sake". Molto impropriamente il primo livello del sake somellier (su due).
smartlist ultima modifica: 2020-08-29T19:16:30+02:00 da nicola