Calendario Eventi

Qui trovi un elenco degli eventi giapponesi, corsi, fiere e incontri riguardanti il Giappone che si svolgono in Italia, nella vicina Europa o eventualmente eventi di interesse che si svolgono in Giappone. 

Organizzi un evento giapponese?

Mandaci le informazioni e lo pubblicheremo nella nostra sezione eventi! 

INSERISCI EVENTO

Giu
15
ven
ENDOCOSMO MARAINI il giappone di fosco maraini – Mostra a Roma @ Roma
Giu 15–Ott 20 giorno intero

ENDOCOSMO MARAINI

il giappone di fosco maraini

a cura di Nour Melehi e Mujah Maraini-Melehi

15 giugno > 20 ottobre 2018 – ROMA

“Il Giappone per me non è più una cosa che si prenda o si lasci;

è una frazione del sangue, un’esistenza delle selve interiori”

 Fosco Maraini.

Pescatrice Ama di Hekura, 1954 Fosco Maraini/Proprietà Gabinetto Vieusseux © Fratelli Alinari
Pescatrice Ama di Hekura, 1954 Fosco Maraini/Proprietà Gabinetto Vieusseux © Fratelli Alinari

Fosco Maraini (1912-2004) è stato viaggiatore, etnologo, antropologo, fotografo, narratore, professore, orientalista, alpinista. Come in un insieme ‘organico’, una rappresentazione dell’universo marainiano non può non contenerle tutte, poiché in esso ogni linguaggio è intimamente connesso agli altri: immagini e parole, sguardo fotografico e sguardo antropologico, analisi culturale e istinto esplorativo, mente e cuore.

Nel 2018 ricorre l’anniversario del primo viaggio in Giappone di Fosco Maraini.

Nel 1938 Maraini partiva – con lui la moglie Topazia Alliata e la primogenita Dacia – alla scoperta di nuove possibilità fuori dall’Italia (su di essa incombono gli spettri del Fascismo e del Nazismo) e all’incontro del suo, allora nascente, interesse per una pratica etnografica in terra d’Oriente.

Quello che inizialmente può apparire come una destinazione casuale, una scelta dettata dalla necessità di lasciare il proprio paese, è in realtà frutto di un seme gettato nel suo animo fin dall’infanzia, grazie a certi racconti su affascinanti paesi lontani e letture compiute in casa da bambino.
La mostra Endocosmo Maraini – a cura delle nipoti Nour Melehi e Mujah Maraini-Melehi e fortemente voluta dall’Istituto Giapponese di Cultura, con il contributo di Alinari e del Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Viesseux – ripercorre visivamente l’esperienza umana ed estetica di Fosco Maraini in Giappone, proponendo una selezione di oltre quaranta fotografie (bianco/nero e colore) provenienti dall’archivio privato della famiglia e dagli Archivi Alinari, dagli Archivi Alinari che gestiscono il patrimonio fotografico di Fosco Maraini. Accanto alle immagini, saranno presenti testimonianze e ricordi delle sue figlie, Dacia e Toni Maraini, testi di Giorgio Amitrano, Gloria Manghetti, direttrice del gabinetto Vieusseux di Firenze, e un montaggio video della regista Mujah Maraini-Melehi.

La mostra consta di 5 sezioni: 1. Endocosmi famigliari, esocosmi storici 1938-1946/2. Diario dal Giappone 1938-1946/3. L’antropologia del Citluvit. Gli Ainu di Hokkaido 1939 e 1954/4. La bellezza carpìta all’Empresente 1953 – anni ’80/5. Vieusseux-Asia e la ‘Stanza-Mondo’

Orari

lun-ven 9.00-12.30/13.30-18.30 merc fino alle 17.30 sab 9.30-13.00 ingresso libero
luglio: lun – ven 9.00-12.30/13.00-16.30 chiuso lunedì 16 luglio e 24 settembre, e agosto

Istituto Giapponese di Cultura via Antonio Gramsci 74 00197 Roma info: 06 3224754 www.jfroma.it 

visite guidate gratuite su prenotazione allo 063224754

Scuole/gruppi/percorsi didattici: [email protected]

Giu
17
dom
LA NAVE DI CARTA Opere di Nobushige Akiyama @ Trieste
Giu 17–Ott 14 giorno intero
LA NAVE DI CARTA Opere di Nobushige Akiyama @ Trieste

LA NAVE DI CARTA

Opere di Nobushige Akiyama

Trieste, Civico Museo d’Arte Orientale

17 giugno-14 ottobre 2018

 

Sabato 16 giugno alle ore 18.00, presso il Civico Museo d’Arte Orientale, in via San Sebastiano 1, a Trieste avrà luogo l’inaugurazione della mostra LA NAVE DI CARTA. Opere di Nobushige Akiyama, che rimarrà aperta fino al giorno 14 ottobre 2018 con i seguenti orari: da martedì a giovedì 10-13, venerdì e sabato 16-19, domenica 10-19, lunedì chiuso. Ingresso libero.

La mostra, promossa dal Comune di Trieste e ideata e realizzata dalla Cooperativa Sociale Apriti Sesamo, con la cura di Stefania Severi, storico e critico d’arte AICA che da anni segue il percorso dell’artista, è ospitata nelle due sale espositive al piano terra per proseguire negli ambienti del museo, in continuo dialogo con i suoi contenuti, mettendo in contatto le antiche collezioni con opere del Giappone di oggi e intendendo al contempo rinnovare l’antico legame tra il Giappone e la città, consolidatosi fin dal XIX sec., tramite gli importanti scambi commerciali di Trieste con l’Estremo Oriente.

Preziose opere d’arte e manufatti tipici dal paese del Sol Levante, grazie anche al Gabinetto Cinese Wünsch – una galleria di vendita, immortalata in una gigantografia esposta all’interno del Museo –  divennero irrinunciabili elementi d’arredo nelle case dell’aristocrazia e dell’alta borghesia, dalle quali – grazie a munifiche donazioni – passarono ai musei cittadini, dando vita al Civico Museo d’Arte Orientale che è nato, diversamente da altri consimili musei, proprio da tali donazioni cittadine.

Il Maestro Nobushige Akiyama, laureatosi presso l’Università d’Arte e Design di Tokyo, che da anni risiede in Italia, ha nel tempo approfondito le tecniche di preparazione della carta secondo i metodi tradizionali e le materie prime del suo paese.

È stata questa una esigenza – che è andata maturando nella lontananza – a consolidare un legame che avrebbe rischiato di affievolirsi. Egli realizza pertanto la washi, carta fatta a mano, soprattutto nella variante kozo, ottenuta dalla corteccia del gelso dopo una lunga preparazione. Ma, da artista-scultore quale egli è, ha utilizzato la carta come materiale per le sue sculture, modellandola nelle forme più varie.

Per il Museo di Trieste l’artista ha realizzato un’installazione site specific trasformando una sala espositiva in un ambiente “magico” in cui la luce, il suono e la percezione visiva risultano alterate. La carta che proviene da frutti della terra, diviene veicolo di dialogo con il riguardante che è sollecitato a distaccarsi dalla realtà storicistica per immergersi nella realtà naturale.

Oltre alla installazione sono in mostra una trentina di opere: sculture e rilievi in carta dalle forme metamorfiche e una serie di lavori in carta e resina in cui il dialogo tra i due materiali così diversi sottolinea la complessità del mondo contemporaneo e l’esigenza di una ricerca di equilibrio.

Le opere in carta del maestro Akiyama trovano il proprio interlocutore naturale nella importante raccolta di xilografie giapponesi dell’Ukiyo-e di proprietà del museo, tra cui si possono ammirare le opere di artisti quali Utamaro, Hiroshige e Hokusai, la cui celebre “Grande Onda”,  simbolo iconico della potenza e della terribile bellezza della natura in tempesta, ha ispirato a Nobushige Akiyama lo sviluppo di una propria idea di “Nami” [Onda], che mette in rapporto il contrasto delle forze tra la carta e la resina.

Nobushige Akiyama è nato a Yokohama, ma vive e lavora a Roma. Laureatosi all’Università d’Arte e Design di Tokyo nel 1985, si iscrive al corso di scultura dell’Accademia delle Belle Arti di Roma. Nel 2000 insegna scultura all’Università AICHI di Nagoya e nel 2003 restauro della carta presso l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro a Roma. Per le sue sculture utilizza, oltre al marmo e al bronzo, anche la carta giapponese, in particolare la carta kozo.

Dal 1997 ha partecipato a varie collettive in Giappone, in India e in Italia; nel nostro paese ha allestito anche personali a Carrara, Milano, Brescia, Toscolano Maderno e Roma (“Il peso della leggerezza” Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”, 2014) e in Giappone a Tokyo.

Ha realizzato a Roma il monumento commemorativo ad Arnaldo Bottoni e a Nuova Delhi, in India, all’Indraprastha Park, il Monumento per il 50° anniversario della Relazioni Diplomatiche Giappone-India.


EVENTI

Domenica 17 giugno l’artista terrà due incontri con il pubblico:

ore 11 > La carta Washi | conferenza

ore 14 >  Confezioniamo una shopper con i giornali giapponesi | laboratorio

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Nel mese si settembre si terrà una serie di conferenze e workshop in collaborazione con l’Associazione Culturale Italo-Giapponese Yu Jo di Trieste, a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Domenica 9 settembre, ore 11 > Bentō-box, il pranzo giapponese in scatola, conferenza di Yuri Kagawa

Domenica 16 settembre, ore 11 > Origami, laboratorio con Martina Ferro Casagrande

Domenica 23 settembre, ore 11 > Shodō, l’arte giapponese della calligrafia, laboratorio con Yuki Kodaira

Domenica 30 settembre, ore 11 > 11.00 Performance musicale, con Mitsugu Harada


Con il patrocinio di

  • Consolato Generale del Giappone a Milano
  • Istituto Giapponese di Cultura in Roma-Japan Foundation
  • JNTO-Japan National Tourism Organization-Ente Nazionale del Turismo Giapponese

In collaborazione con

Cooperativa Sociale Apriti Sesamo, Roma

Con la partecipazione di

Soroptimist International, Club di Trieste

Fondazione Italia Giappone, Roma

Associazione Culturale Italo-Giapponese Yu Jo, Trieste


info

Civico Museo d’Arte Orientale
via San Sebastiano, 1 Trieste
+39 040 3220736 | +39 040 675 4068-4039

www.triestecultura.it – www.museoarteorientaletrieste.it

[email protected]

Set
14
ven
Mostra “Seta: il filo d’oro che unì il Piemonte al Giappone” Castello di Racconigi @ Racconigi (CN)
Set 14–Nov 20 giorno intero
Mostra "Seta: il filo d'oro che unì il Piemonte al Giappone" Castello di Racconigi @ Racconigi (CN)

14 settembre – 20 novembre 2018

Mostra “Seta: il filo d’oro che unì il Piemonte al Giappone” Castello di Racconigi 

Dal 14 settembre al Castello di Racconigi una mostra racconta una affascinante storia, poco conosciuta. Testimonianze di viaggi, diari, reperti, manufatti. Una sezione è dedicata alla seta del futuro, con il sushi al baco di seta e il panseta. La rassegna è completata da conferenze e dimostrazioni di arti giapponesi.

Per tutta la durata della mostra, l’Associazione interculturale Italia-Giappone SAKURA propone un ricco programma di attività finalizzate alla divulgazione delle tradizioni culturali e artistiche del Giappone , coinvolgendo anche il Comune e il locale Museo della Seta. Sono previste conferenze, dimostrazioni, laboratori didattici e incontri non soltanto a necessario complemento della mostra, ma anche come occasioni di approfondimento e di conoscenza dei vincoli che legano ormai da tempo il Giappone, Paese del Sol Levante, al nostro Bel Paese, l’Italia.

SCARICA ELENCO ATTIVITA’ COLLATERALI


La mostra è visitabile con ingresso libero .

L’ingresso al Complesso Monumentale del Castello e parco di Racconigi è a pagamento.

Per info: Castello di Racconigi , Piazza Carlo Alberto
12035 Racconigi (CN) , tel . 0172-84005

Orari di apertura mostra : dalle 10.00 alle 18.00 , lunedì chiuso

Per info sulla mostra : Link Japan 4 Events srl, [email protected]

Associaz. Interculturale Sakura, [email protected]

Pagina FB della mostra : https://www.facebook.com/MostraSeta/

Set
19
mer
Mostra personale di Shuhei Matsuyama – SHIN-ONE @ Milano
Set 19–Ott 3 giorno intero

Mostra

SHUHEI MATSUYAMA – Shin-on

a cura di Samuele Menin
opening 19 settembre 2018 – ore 18.30
fine mostra 3 ottobre 2018
Via Bisceglie 74 B
20152 Milano

Fermatevi un attimo. Ora chiudete gli occhi. Concedetevi dieci minuti per voi stessi. Pian piano, giungeranno alle vostre orecchie i rumori di una macchina che passa lungo la strada, un telefono che squilla nella casa del vicino, lo scampanellio di una bicicletta, il vociare delle persone… ma, con il passare del tempo avrete la consapevolezza di riuscire a percepire distintamente sempre più suoni anche i più flebili, il frinire di un grillo, il frusciare delle foglie di un albero, lo scricchiolio delle tavole di legno della
vostra scrivania, il vostro respiro, il battito del vostro cuore, i suoni del mondo… lo Shin-on.
Shin-on un vocabolo giapponese che riassume in sé il concetto di “suono delle cose”, di tutte le cose che non solo ci circondano ma anche che ci compongono,
conseguentemente di tutti i suoni del mondo  divenendo esso stesso il MONDO.

Un’idea talmente grande da risultare quasi  soverchiante nella sua maestosità e complessità, molto vicino al concetto di infinito e come tale di difficile rappresentazione ma, non impossibile come ci dimostrano le opere di Shuhei Matsuyama.
Il maestro giapponese ha infatti basato tutta la sua ricerca artistica proprio sulla rappresentazione dello Shin-on dando vita ad opere di un lirismo unico, date
dall’accostamenti di colori, carte, luci in una solo apparente ripetizione formale in quanto, come minime variazioni nel vibrato delle onde sonore possono dare vita al gracchio di un corvo o al canto di un usignolo così un segno o un colore più prolungato possono rappresentarli.
In mostra presso gli spazi di MilanoPrintmakers il maestro Matsuyama espone due serie inedite di opere su carta realizzate con la tecnica dell’incisione; una su carta bianca ed una su carta nera i suoi interventi fatti di colori, linee, segni in oro danno vita a superfici che ricordano le sezioni di alberi, le superfici di lastre di marmo, l’incresparsi di onde.
Immagini statiche che in realtà più si osservano più si piegano su se stesse comunicando tutte quelle tensioni, quei suoni delle cose la cui rappresentazione il maestro Matsuyama persegue da anni e che in queste opere trovano particolare compimento grazie anche ad alcune peculiarità dell’incisione; l’uso di una matrice che si ripete diviene come il ripetersi dell’onda sonora che dà vita al suono delle cose allo Shin-on.
L’essere umano fa parte del mondo e come tutto anche lui ha un proprio Shin-on per questo, durante l’inaugurazione, il maestro realizzerà una  dimostrazione live della sua arte intervenendo su dei Kimono/opera concepiti per l’occasione e sui primi cinque visitatori che vorranno e si presenteranno indossando una maglia bianca.

Set
22
sab
Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)
Set 22–Nov 17 giorno intero
Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)

Hi no maru 日の丸  Incontri autunnali sul Giappone

Maranello, 22 settembre – 17 Novembre 2018

Nel periodo da fine settembre a fine novembre 2018 a Maranello si terrà un ciclo di incontri di approfondimento sulla cultura giapponese dal titolo “Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone” a cura di Floriano Terrano. La sede degli incontri sarà sempre il Mabic, la biblioteca realizzata nel 2011 su progetto originale dell’architetto giapponese Arata Isozaki che unisce modernità di forme e materiali ed elementi stilistici classici dell’architettura giapponese.

“Hi no maru” è il “disco del sole”, simbolo del Giappone stesso e simbolo della sua bandiera. Gli incontri mirano ad analizzare alcuni dei simboli più famosi della cultura nipponica. Nel corso degli incontri saranno proiettati materiali visivi, video e audio. 

Gli incontri saranno il sabato pomeriggio alle 17.00 a partire dal 22 settembre fino al 17 novembre, con scadenza quindicinale. Oltre alle conferenze del sottoscritto, vi sarà il concerto finale di musica giapponese con la cantante Tomomi Ezoe (江副友美) e la pianista Sae-Hwa Hwang (黃世和). Dopo il concerto del 17 novembre seguirà un rinfresco a base di sake e tè verde.

Ecco il calendario degli incontri:

  • Sabato 22 settembre ore 17.00: Manga  Fumetti e cartoni animati espressione della vita giapponese
  • Sabato 6 ottobre ore 17.00: Nihon teien  L’arte del giardino in Giappone
  • Sabato 20 ottobre ore 17.00: Kimono  L’arte dei vestiti in Giappone
  • Sabato 3 novembre ore 17.00: Ukiyoe   Le stampe d’arte giapponesi
  • Sabato 17 novembre ore 17.00: Ongaku  La musica giapponese. A seguire concerto di canzoni giapponesi di Tomomi Ezoe (江副友美), soprano e Sae-Hwa Hwang (黃世和), pianoforte.  A conclusione rinfresco di sake e tè verde.

Il curatore:

Floriano Terrano scrive di arte, cultura e società dell’ Estremo Oriente, Giappone in particolare. Suoi articoli sono apparsi su giornali e riviste italiani e stranieri. Organizza conferenze e rassegne dedicate a vari aspetti della società e della cultura estremo-orientale. Cura mostre di artisti giapponesi e dell’Estremo Oriente. Sul suo blog  www.higashishinbun.blogspot.com ; si possono leggere alcuni dei suoi articoli già pubblicati e visionare alcune delle sue attività nell’ambito della cultura giapponese ed orientale.

Per informazioni e prenotazioni
Mabic, Viale Vittorio Veneto, 5, 41053 Maranello MO

tel. 0536240028, e-mail: [email protected]                                                   

Set
28
ven
Workshop di SASHIKO – ricamo giapponese @ Milano
Set [email protected]:00–14:00

Workshop di ricamo giapponese

刺し子

SASHIKO

realizzazione di un manufatto in cotone ricamato a sashiko
 
a cura di LEILA MAGRINI
27 settembre 

h. 10-14.00

Introduzione al mondo del ricamo giapponese

  •  cenni storici sul sashiko e suo utilizzo 

Svolgimento del corso

 

  • tecniche di trasferimento su carta e tessuto
  • tecnica del sashiko
  • ricamo su tessuto predisposto 
     

Materiali per il trasferimento del disegno dalla carta alla stoffa

  • fornitura di pattern per la realizzazione di un manufatto ricamato
  • carta trasparente/velina
  • carta copiativa specifica per stoffa 
  • scampolo di tessuto in cotone predisposto

Materiali per il ricamo

  •  ago per ricamo a cruna larga
  •  filato di cotone 

 

Iscrizione
 
Massimo 6 alunni
Costo:
70,00 euro per il workshop
Sono inclusi i materiali

Il manufatto realizzato resta di proprietà del corsista
Per adesione scrivere a: [email protected]

 
Annullamento iscrizione e mancata partecipazione
 
Se la disdetta avviene
10 o più giorni prima del workshop: rimborso dell’importo al 85%
7 giorni prima del workshop: rimborso al 50%,
meno di 7 giorni e/o non partecipazione al workshop: l’importo versato non verrà restituito.

PARAVENTI GIAPPONESI – GALLERIA NOBILI
Via Marsala 4 20121 Milano
Telefono +39026551681
+39 348 0687073 (Alessio Nobili)
[email protected]
www.paraventigiapponesi.it

Set
30
dom
La Carta Incanta!
Set 30 giorno intero

La Carta Incanta!

 Conferenze e laboratori in occasione della mostra
“La nave di carta. Opere di Nobushige Akiyama”

a cura dell’Associazione Culturale Italo-Giapponese YUJO, Trieste

Trieste, Civico Museo d’Arte Orientale
settembre 2018

 

Civico Museo d’Arte Orientale
via San Sebastiano 1
Trieste

In occasione della mostra La nave di carta. Opere di Nobushige Akiyama presso il Civico Museo d’Arte Orientale, in via San Sebastiano 1, avrà luogo un ciclo di conferenze e laboratori dal titolo La Carta Incanta!, a cura dell’Associazione Culturale Italo-Giapponese YUJO, Trieste, secondo il seguente calendario:

Domenica 9 settembre, ore 11

La cultura del Bentō, il pranzo giapponese in scatola
Conferenza con Yuri Kagawa

Domenica 16 settembre, ore 11.00

Origami, dagli inizi ai giorni nostri
Conferenza e dimostrazione con Martina Ferro Casagrande

Domenica 23 settembre, ore 10.00

Confezioniamo un elmo giapponese con la carta
Laboratorio per bambini con Nobushige Akiyama

Domenica 23 settembre, ore 11.00

Shodō, l’arte giapponese della calligrafia
Conferenza e dimostrazione con Yoko Imai

Domenica 30 settembre, ore 11.00

Il suono della carta
Performance musicale con Mitsugu Harada

Tutti gli incontri sono a ingresso libero e si terranno presso il Civico Museo d’Arte Orientale, via San Sebastiano 1, Trieste.

I posti sono limitati e non è prevista prenotazione (35-40 persone).

La mostra , promossa dal Comune di Trieste e ideata e realizzata dalla Cooperativa Sociale Apriti Sesamo, con la cura di Stefania Severi, rimarrà aperta fino al giorno 14 ottobre 2018 con i seguenti orari: da giovedì a domenica 10-17, lunedì, martedì e mercoledì chiuso. Ingresso libero.

Il maestro Nobushige Akiyama sarà presente a Trieste sabato 22 settembre e terrà un laboratorio per la creazione del Washi, la carta giapponese tradizionale, alle ore 15 presso il negozio VUD di via Diaz 15/a (evento a pagamento, per informazioni contattare l’Associazione Culturale Italo-Giapponese YUJO di Trieste: [email protected]).

Info

tel. +39 040 3220736 | +39 040 675 4068

[email protected]

www.museoarteorientaletrieste.it

Con il patrocinio di

Consolato Generale del Giappone a Milano
Istituto Giapponese di Cultura in Roma-Japan Foundation
JNTO-Japan National Tourism Organization-Ente Nazionale del Turismo Giapponese

Con la partecipazione di 

Soroptimist International, Club di Trieste
Fondazione Italia Giappone, Roma
Associazione Culturale Italo-Giapponese Yu Jo, Trieste

 

Ott
6
sab
Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)
Ott 6–Dic 1 giorno intero
Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)

Hi no maru 日の丸  Incontri autunnali sul Giappone

Maranello, 22 settembre – 17 Novembre 2018

Nel periodo da fine settembre a fine novembre 2018 a Maranello si terrà un ciclo di incontri di approfondimento sulla cultura giapponese dal titolo “Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone” a cura di Floriano Terrano. La sede degli incontri sarà sempre il Mabic, la biblioteca realizzata nel 2011 su progetto originale dell’architetto giapponese Arata Isozaki che unisce modernità di forme e materiali ed elementi stilistici classici dell’architettura giapponese.

“Hi no maru” è il “disco del sole”, simbolo del Giappone stesso e simbolo della sua bandiera. Gli incontri mirano ad analizzare alcuni dei simboli più famosi della cultura nipponica. Nel corso degli incontri saranno proiettati materiali visivi, video e audio. 

Gli incontri saranno il sabato pomeriggio alle 17.00 a partire dal 22 settembre fino al 17 novembre, con scadenza quindicinale. Oltre alle conferenze del sottoscritto, vi sarà il concerto finale di musica giapponese con la cantante Tomomi Ezoe (江副友美) e la pianista Sae-Hwa Hwang (黃世和). Dopo il concerto del 17 novembre seguirà un rinfresco a base di sake e tè verde.

Ecco il calendario degli incontri:

  • Sabato 22 settembre ore 17.00: Manga  Fumetti e cartoni animati espressione della vita giapponese
  • Sabato 6 ottobre ore 17.00: Nihon teien  L’arte del giardino in Giappone
  • Sabato 20 ottobre ore 17.00: Kimono  L’arte dei vestiti in Giappone
  • Sabato 3 novembre ore 17.00: Ukiyoe   Le stampe d’arte giapponesi
  • Sabato 17 novembre ore 17.00: Ongaku  La musica giapponese. A seguire concerto di canzoni giapponesi di Tomomi Ezoe (江副友美), soprano e Sae-Hwa Hwang (黃世和), pianoforte.  A conclusione rinfresco di sake e tè verde.

Il curatore:

Floriano Terrano scrive di arte, cultura e società dell’ Estremo Oriente, Giappone in particolare. Suoi articoli sono apparsi su giornali e riviste italiani e stranieri. Organizza conferenze e rassegne dedicate a vari aspetti della società e della cultura estremo-orientale. Cura mostre di artisti giapponesi e dell’Estremo Oriente. Sul suo blog  www.higashishinbun.blogspot.com ; si possono leggere alcuni dei suoi articoli già pubblicati e visionare alcune delle sue attività nell’ambito della cultura giapponese ed orientale.

Per informazioni e prenotazioni
Mabic, Viale Vittorio Veneto, 5, 41053 Maranello MO

tel. 0536240028, e-mail: [email protected]                                                   

Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)
Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)

Hi no maru 日の丸  Incontri autunnali sul Giappone

Maranello, 22 settembre – 17 Novembre 2018

Nel periodo da fine settembre a fine novembre 2018 a Maranello si terrà un ciclo di incontri di approfondimento sulla cultura giapponese dal titolo “Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone” a cura di Floriano Terrano. La sede degli incontri sarà sempre il Mabic, la biblioteca realizzata nel 2011 su progetto originale dell’architetto giapponese Arata Isozaki che unisce modernità di forme e materiali ed elementi stilistici classici dell’architettura giapponese.

Hi no maru, il disco del Sole, ha nella cultura giapponese un ruolo simbolico fondamentale. Simbolo del paese stesso, dello shintoismo, dell’Imperatore. Eppure nonostante il simbolo solare, la cultura giapponese è una cultura di “ombra”, come spiega Tanizaki Jun’ichirō nel suo sublime libello del 1933 In’ei Raisan (陰翳礼讃, “Elogio dell’ombra”), una delle analisi più elevate dell’irraggiungibile profondità dell’animo giapponese. Ecco allora il contrasto tra sole e ombra, contrasto che ho scelto di rappresentare anche nel titolo della rassegna Hi no maru e nel manifesto che non raffigura il sole ma bensì dei pini immersi nella foschia del famoso paravento Shōrin-zu byōbu (松林図 屏風, periodo Momoyama circa 1595) dipinto da Hasegawa Tōhaku (長谷川 等伯, 1539 – 1610).

Gli incontri mirano ad analizzare alcuni dei simboli più famosi della cultura nipponica. Nel corso degli incontri saranno proiettati materiali visivi, video e audio.  Gli incontri saranno il sabato pomeriggio alle 17.00 a partire dal 22 settembre fino al 17 novembre, con scadenza quindicinale. Oltre alle conferenze del sottoscritto, vi sarà il concerto finale di musica giapponese con la cantante Tomomi Ezoe (江副友美) e la pianista Mari Fujino (藤野まり). Dopo il concerto del 17 novembre seguirà un rinfresco a base di sake e tè verde.

Ecco il calendario degli incontri:

  • Sabato 22 settembre ore 17.00:  Manga  Fumetti e cartoni animati espressione della vita giapponese
  • Sabato 6 ottobre ore 17.00:   Nihon teien  L’arte del giardino in Giappone
  • Sabato 20 ottobre ore 17.00:  Kimono  L’arte dei vestiti in Giappone
  • Sabato 3 novembre ore 17.00:  Ukiyoe   Le stampe d’arte giapponesi
  • Sabato 17 novembre ore 17.00:  Ongaku  La musica giapponese. A seguire concerto di canzoni giapponesi di Tomomi Ezoe (江副友美), soprano e Mari Fujino (藤野まり), pianoforte.  A conclusione rinfresco di sake e tè verde.

Il curatore:

Floriano Terrano scrive di arte, cultura e società dell’ Estremo Oriente, Giappone in particolare. Suoi articoli sono apparsi su giornali e riviste italiani e stranieri. Organizza conferenze e rassegne dedicate a vari aspetti della società e della cultura estremo-orientale. Cura mostre di artisti giapponesi e dell’Estremo Oriente. Sul suo blog  www.higashishinbun.blogspot.com ; si possono leggere alcuni dei suoi articoli già pubblicati e visionare alcune delle sue attività nell’ambito della cultura giapponese ed orientale.

Per informazioni e prenotazioni
Mabic, Viale Vittorio Veneto, 5, 41053 Maranello MO

tel. 0536240028
email: [email protected]

Ott
8
lun
Corso di cucina I FERMENTATI GIAPPONESI a Milano @ Milano
Corso di cucina I FERMENTATI GIAPPONESI a Milano @ Milano

Workshop di cucina per cuochi e gourmet

I CIBI FERMENTATI GIAPPONESI

8 ottobre 2018 – MILANO

Un’opportunità unica di confrontarsi con chef e produttori, eccezionalmente venuti dal Giappone per diffondere la conoscenza e le tecniche legate ai cibi fermentati, parte fondante della cucina giapponese: 
Soia, Miso, Aceto di riso, Koji.
Un’occasione per appropriarsi dei segreti legati a questi ingredienti e per apprendere al meglio come valorizzarli sia nella cucina giapponese che nella propria.

Il corso avrà luogo a Milano presso @cascinacuccagna l’8 Ottobre 2018 dalle ore 19.30 alle 22.30 ed è rivolto sia a cuochi professionisti che ad appassionati di cucina.

Docenti e relatori:

Yuuko Nakagawa, chef del ristorante Gonma nella prefettura di Toyama, specializzata in cibi fermentati con l’uso di Koji, appassionata di ricette della tradizione che ha rivisitato in chiave moderna.

Hiroyuki Namikoshi, chef del ristorante Café de flots, a Mitoyo, la sua cucina fa ampio uso di erbe spontanee. Produce sale colorato dall’essicazione dell’acqua marina, combinandolo con frutta e verdura locali

Akihiro Iio, presidente della Iio-Jozo, acetaia di Kyoto che vanta 135 anni di storia, e Direttore del Sushi rice Institute and Temaking

*In collaborazione con Peace Kitchen Japan*

Per info e prenotazioni: 
📧[email protected]

📞
0256567893

Ott
11
gio
Hotei Live in Milan @ Milano
Ott [email protected]:00–23:00

Barley Arts Promotion

presenta

HOTEI

IL LEGGENDARIO CHITARRISTA DI ZUCCHERO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA DA HEADLINER

Il leggendario chitarrista giapponese Tomoyasu Hotei, attualmente in tour con Zucchero, annuncia il suo primo show da headliner nel nostro Paese. 

Londinese di adozione, Hotei ha un affetto speciale per l’Italia grazie al sodalizio con Zucchero negli ultimi due anni: le chitarre di Hotei hanno accompagnato il bluesman italiano nei suoi 22 show da record all’Arena di Verona, a San Remo e alla Royal Albert Hall di Londra nel 2017 e a Torino e Milano nel 2018. Hotei ha anche invitato Zucchero a esibirsi con la sua band a Tokyo nel 2016. 

Hotei live in Milano

A proposito dell’annuncio della data Hotei dice: «I am so thrilled to be able to come back to Italy for my first ever headline show! I have been so lucky to have built an amazing friendship with Zucchero who has been very supportive, inviting me to guest at so many of his shows, including Arena di Verona, San Remo and now on his Wanted Tour, in Torino and Milano. So I hope I have made a good impression on Zucchero’s audience. My guitar playing is very emotional and passionate, which I would like to present to fans of great music in Italy. I won’t disappoint you, so please don’t hesitate to come see my show! Looking forward to meeting you in October with my amazing band!»

Giovedì 11 Ottobre 2018 
Milano, Serraglio – via Gualdo Priorato, 5
Biglietto: € 18,00 + prev. / € 20,00
Ingresso consentito solo ai possessori di tessera ACSI.
Access allowed only to ACSI card holders.
Vivaticket Italiabit.ly/HOTEI_MI
TicketOnebit.ly/HOTEI_T1

Tomoyasu Hotei

Hotei è uno degli artisti di maggior successo in Giappone. Nel corso degli oltre 35 anni di carriera, ha venduto più di 40 milioni di dischi e si è affermato per la sua capacità di passare attraverso un’ampia varietà di stili grazie al suo virtuosismo e alle sue abilità compositive. Per il suo 35° anno in musica, nel 2016, Hotei ha festeggiato con un’ampia gamma di attività in Giappone, tra cui un nuovo album, 51 Emotions, e un tour mondiale di 57 date che si è concluso alla Budokan Arena di Tokyo. Hotei ha realizzato il suo 19° album in studio, Paradox, in Giappone nel 2017 e nuove musiche sono previste per il 2017. L’album di debutto internazionale, Strangers, è stato rilasciato nel 2015 con grande successo di critica e numerose collaborazioni, tra cui Iggy Pop e Matt Tuck, e un live tour in USA e Europa. Il brano di maggior successo internazionale è Battle Without Honor or Humanity, reso famoso dal capolavoro cinematografico di Quentin Tarantino, Kill Bill (2003) e ripreso in diversi film, serie tv e programmi sportivi. Hotei ha scritto, regitstrato e suonato dal vivo con numerosi artisti, tra cui Zucchero, Iggy Pop e i Rolling Stone. 

Ott
20
sab
Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)
Ott 20–Dic 15 giorno intero
Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone @ Maranello (MO)

Hi no maru 日の丸  Incontri autunnali sul Giappone

Maranello, 22 settembre – 17 Novembre 2018

Nel periodo da fine settembre a fine novembre 2018 a Maranello si terrà un ciclo di incontri di approfondimento sulla cultura giapponese dal titolo “Hi no maru 日の丸 – Incontri autunnali sul Giappone” a cura di Floriano Terrano. La sede degli incontri sarà sempre il Mabic, la biblioteca realizzata nel 2011 su progetto originale dell’architetto giapponese Arata Isozaki che unisce modernità di forme e materiali ed elementi stilistici classici dell’architettura giapponese.

“Hi no maru” è il “disco del sole”, simbolo del Giappone stesso e simbolo della sua bandiera. Gli incontri mirano ad analizzare alcuni dei simboli più famosi della cultura nipponica. Nel corso degli incontri saranno proiettati materiali visivi, video e audio. 

Gli incontri saranno il sabato pomeriggio alle 17.00 a partire dal 22 settembre fino al 17 novembre, con scadenza quindicinale. Oltre alle conferenze del sottoscritto, vi sarà il concerto finale di musica giapponese con la cantante Tomomi Ezoe (江副友美) e la pianista Sae-Hwa Hwang (黃世和). Dopo il concerto del 17 novembre seguirà un rinfresco a base di sake e tè verde.

Ecco il calendario degli incontri:

  • Sabato 22 settembre ore 17.00: Manga  Fumetti e cartoni animati espressione della vita giapponese
  • Sabato 6 ottobre ore 17.00: Nihon teien  L’arte del giardino in Giappone
  • Sabato 20 ottobre ore 17.00: Kimono  L’arte dei vestiti in Giappone
  • Sabato 3 novembre ore 17.00: Ukiyoe   Le stampe d’arte giapponesi
  • Sabato 17 novembre ore 17.00: Ongaku  La musica giapponese. A seguire concerto di canzoni giapponesi di Tomomi Ezoe (江副友美), soprano e Sae-Hwa Hwang (黃世和), pianoforte.  A conclusione rinfresco di sake e tè verde.

Il curatore:

Floriano Terrano scrive di arte, cultura e società dell’ Estremo Oriente, Giappone in particolare. Suoi articoli sono apparsi su giornali e riviste italiani e stranieri. Organizza conferenze e rassegne dedicate a vari aspetti della società e della cultura estremo-orientale. Cura mostre di artisti giapponesi e dell’Estremo Oriente. Sul suo blog  www.higashishinbun.blogspot.com ; si possono leggere alcuni dei suoi articoli già pubblicati e visionare alcune delle sue attività nell’ambito della cultura giapponese ed orientale.

Per informazioni e prenotazioni
Mabic, Viale Vittorio Veneto, 5, 41053 Maranello MO

tel. 0536240028, e-mail: [email protected]