Home Notizie Regolamento Droni in Giappone

Regolamento Droni in Giappone

portare drone viaggio in giappone volare


Sempre più persone scelgono di portare in viaggio un drone per poter fare foto e video spettacolari. Negli ultimi anni, però, sempre più nazioni stanno creando dei regolamenti per evitare che i droni possano fare male a qualcuno o violarne la privacy.
Premesso che a Tokyo è vietato in tutto il territorio e vi sono cartelli aggiuntivi specialmente vicino a centri commerciali, templi e altre zone con affluenza di pubblico (immaginatevi una foresta di droni in volo sopra l’incrocio di Shibuya…) eccovi quindi il regolamento Giapponese sull’uso dei droni.

Droni in Giappone: legislazione

Nel 2015 è stato aggiunto un emendamento al regolamento aeronautico per introdurre le regole di sicurezza sui veicoli autonomi (UA) / droni. Le nuove regole sono entrate in vigore il 10 dicembre 2015 e sono quanto qui sotto riportato.

Definizioni

Il termine “UA / drone” si riferisce ad ogni aeroplano, veicolo con rotori, aliante, dirigibile o altro veicolo aereo che non può ospitare persone a bordo e che viene controllato remotamente o automaticamente. Vengono esclusi i velivoli di peso inferiore ai 200 grammi, batterie incluse.

Spazi aerei proibiti ai droni

Chiunque voglia usare un UA/drone nei seguenti spazi aerei deve richiedere ed ottenere un permesso dal Ministero del Territorio, Infrastrutture, Trasporti e Turismo

a) Spazi aerei vicino agli aeroporti
* il 18 settembre 2019 le aree relative alla superficie di avvicinamento, di transito e aeroportuale degli aeroporti di New Chitose Airport, Narita International Airport, Tokyo International Airport, Chubu International Airport, Kansai International Airport, Osaka International Airport, Fukuoka Airport, Naha Airport sono state aggiunte alla no-fly zone.

b) Ovunque oltre i 150 metri dal suolo

c) Sopra le aree densamente abitate (DID), definite e pubblicate dal Ministero degli interni e delle Comunicazioni.

Per maggiori dettagli relativamente ai punti (B) e (C) riferirsi a questi link:
Mappa 1
Mappa 2
Cliccate su “OK” potrete vedere le aree (A – spazi aeroportuali e vicinity) e (C – aree urbane). L’area verde (A) si riferisce allo spazio aereo vicino agli aeroporti. L’area rossa (C) alle zone densamente popolate.

Limiti operativi

Indipendentemente da dove lo facciate, dovete sempre seguire le seguenti regole quando fate volare un UA / drone:

  • le regole 1-4 sono state aggiunte il 18 settembre 2019
  1. Non pilotate degli UA/droni sotto l’influenza di alcol o droghe
  2. Fate volare un UA/drone dopo le operazioni prevolo
  3. Fate volare un UA/drone evitando collisioni con aeroplani o altri UA/droni
  4. Non usate un UA/drone in maniera disattenta o spericolata.
  5. Fate volare un UA/drone con la luce del giorno
  6. Fate volare un UA/drone potendolo vedere (VLOS)
  7. Mantenete 30 metri o più di distanza tra l’UA/Drone e persone o oggetti a terra o sull’acqua
  8. Non usate UA/droni sopra aree dove ci sono eventi con molte persone
  9. Non trasportate materiali pericolosi (tipo degli esplosivi) con un UA/drone
  10. Non fate cadere oggetti da UA/droni

Se volete far volare un UA/drone in deroga ai punti tra 5 e 10 dovete ottenere anticipatamente un permesso dall’Ufficio Regionale dell’Aviazione Civile.

Eccezioni

I requisiti di “spazio aereo dove il volo è proibito” e “limiti operativi” non sono applicati ai voli di operazioni di ricerca e salvataggio di organizzazioni pubbliche in caso di incidenti e disastri (tranne parte delle regole). In pratica le eccezioni si applicano solo ai droni dell’esercito di autodifesa e della “protezione civile” giapponese.

Penalità e multe

Se le regole soprastanti vengono violate, l’operatore UAV può ricevere una multa sino ai 500.000 yen (4.040,08 €)
* se viene violata la regola 1 l’operatore dell’UAV è passibile sino ad un anno di prigione e a una multa di 300.000 Yen [cambiovaluta importo=”300000″].

Permessi e approvazioni

Dovete richiedere i permessi o le approvazioni al Ministero del territorio, trasporti e turismo in giapponese almeno 10 giorni lavorativi prima di far volare l’UAV (esclusi sabato, domenica e festività). Per ulteriori informazioni contattate il servizio di consulenza UA/Droni

Considerazioni finali

Far volare un drone per avere un video delle vacanze e delle foto strepitose si può fare praticamente solo in aperta campagna senza incorrere in sanzioni o nel sequestro del drone. Non si può nemmeno far volare i droni vicino ad aree che “potrebbero sembrare sicure” tipo nei parchi dei castelli (ad esempio nel parco del castello di Osaka o di Himeji) o in riva al mare e in spiaggia, dove c’è meno gente di solito.
La polizia sul rispetto di queste norme è molto sollecita, specie dopo alcune bravate che si sono verificate negli ultimi tempi a opera di incauti turisti e videoblogger. Valutate se è il caso di rischiare di vedervi portar via il vostro apparecchio e di finire nei guai per qualche foto. Piuttosto richiedete i permessi!

NB: Dove ci sono i cartelli “Niente droni”, quindi centri commerciali etc.., non è possibile far volare NEMMENO i droni da meno di 200 grammi.

Regolamento Droni in Giappone ultima modifica: 2020-04-08T16:00:00+02:00 da nicola

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.