La prima domanda da porsi nel progettare un viaggio in Giappone è “Quando è il periodo migliore”? Il Giappone ha un clima temperato abbastanza simile all’Italia, ma è soggetto alla stagione delle piogge e dei tifoni un paio di volte l’anno. Inoltre non sempre è il meteo a procurarci dei fastidi: occorre prendere in considerazione anche ferie e festività giapponesi per evitare di pagare moltissimo alberghi e voli, trovare posto sui treni e sopratutto goderci visite e templi senza la folla. 

Ecco allora una rapida guida su quando è il periodo migliore per andare in Giappone a seconda del meteo e quando sarebbe meglio evitare di viaggiare. 

I periodi migliori per viaggiare in Giappone

Ogni stagione è buona per andare in Giappone a seconda del vostro obiettivo, ma ognuna ha pro e contro. Sebbene la primavera e l’autunno inoltrato siano i periodi migliori ecco una guida stagione per stagione con i punti forti e i punti deboli:

Primavera

Indubbiamente è la stagione migliore per visitare il Giappone e godere dei suoi famosi ciliegi in fiore. Da Marzo fino a Maggio la temperatura che va pian piano riscaldandosi e le giornate limpide saranno una cornice perfetta per il vostro viaggio, permettendovi di fare passeggiate e visitare senza l’oppressione del caldo estivo. I sakura in fiore poi saranno la ciliegina sulla torta, da metà marzo nei climi più miti fino a maggio inoltrato nelle regioni montane e nel nord a Hokkaido. 
CONTRO: evitate la Golden Week.

- Advertisement -

Estate

E’ il periodo più sconsigliato in assoluto per viaggiare in Giappone, sebbene coincida con le ferie lavorative di molti italiani. I motivi sono due: principalmente il clima afoso e la massa di turisti di ogni nazionalità che vi ritroverete inondare ogni attrazione. 
Questo non toglie che sia anche il periodo più interessante per partecipare a feste di paese: d’estate si tengono i più bei matsuri dell’anno, compresi i famosissimi Matsuri del Tohoku, e le feste di Obon, coi suggestivi balli tradizionali nei templi, a luglio il Tanabata vi farà innamorare della cultura tradizionale nipponica. Un Giappone incantevole e assolato.
CONTRO: L’estate giapponese è particolarmente calda e umida e vi costringerà a frequenti pause per rinfrescarvi, rendendovi particolarmente difficoltoso perfino camminare e sarete costretti a rifugiarvi nei centri commerciali. Da evitare il periodo tra il tardo giugno e fine luglio, la stagione delle piogge – non si tratta di temporali particolarmente forti ma di pioggerelle frequenti, che possono rovinarvi la giornata rendendo ancora più umido il clima, senza portare refrigerio – e costringendovi a rifugiarvi al coperto.
Durante il mese di Agosto è possibile che arrivino alcuni tifoni, basta seguire il meteo locale in inglese e soprattutto in caso di pericolo, affidarsi alle procedure di emergenza e alla polizia o al personale dell’albergo, loro sapranno cosa fare. 

Autunno

ll mite autunno giapponese è preferito da molti alla più popolare primavera per i cieli limpidi e il primo fresco piacevole ma pungente. Da metà ottobre a inizio dicembre è il periodo migliore, passata la stagione dei tifoni, per godersi il Giappone attraverso il Momijigari, la contemplazione delle foglie autunnali. Gli alberi sia in città che nei boschi si tingono di mille tonalità di rosso acceso, dando letteralmente fuoco al Giappone, intervallati solo dal giallo brillante dei ginko. 
CONTRO: Qualche pioggia sparsa ma invero non molti punti a sfavore. Attenzione al periodo di settembre e inizio ottobre, è ancora stagione di piogge e tifoni.

Shirakawa go in inverno, periodo migliore per andare in giappone

Inverno

Il freddo inverno giapponese non spaventa i più temerari. A dire il vero nelle città non nevica molto e per visitare templi e palazzi basta coprirsi bene. Il freddo è come nel nord dell’Italia, solo un po’ più umido, potete riscaldarvi con i Kairo. In cambio il Giappone vi regalerà paesaggi mozzafiato, calde feste familiari nel periodo di Shōgatsu, il capodanno giapponese, la prima visita al tempio dell’anno Hatsumode, che può essere molto affollata, come la soddisfazione di trovare pochissimi turisti tra gennaio e febbraio, quasi ovunque.  
CONTRO: fa freddo e umido (specie a Kyoto), se nevica non è molto agevole girare coi trolley. 

Quando non andare in Giappone

Ci sono periodi in cui è fortemente sconsigliato mettersi in viaggio per il Giappone, a causa delle festività che muovono gli stessi giapponesi in massa, che avendo pochi giorni di ferie in generale durante l’anno, approfittano di questi momenti per viaggiare. Ecco quali sono questi periodi: 

Feste di Capodanno (1-3 gennaio)

Il periodo di capodanno in Giappone è considerato una festa famigliare assimilabile alle nostre feste natalizie: molti tokyesi si spostano in treno e in macchina per raggiungere le loro famiglie nel resto del Giappone. Anche gli uffici governativi, le banche e molti negozi chiudono in questo periodo e alcune linee di trasporto urbano conducono un orario ridotto per la minore affluenza di giapponesi che si recano al lavoro. Inoltre i templi sono presi d’assalto per le feste, vi ritroverete letteralmente in mezzo alla calca. 
Ricordatevi di avere abbastanza denaro contante per questi tre giorni perchè (ci è capitato!) i bancomat potrebbero finire la disponibilità e le banche sono chiuse fino al 4 gennaio.

Hatsumode, qual'è il periodo migliore per andare in giappone

Golden Week (29 aprile – 6 maggio)

La Golden Week è un periodo in cui si accumulano molte feste nazionali nell’arco di una settimana e con questo pretesto quasi tutti i giapponesi sfruttano le vacanze facendo il “ponte” e viaggiando per raggiungere le famiglie lontane oppure dedicarsi a viaggi di piacere. I treni sono presi d’assalto e risulta molto complicato spostarsi tra la moltitudine di persone coi trolley. Le località turistiche registrano il tutto esaurito con molto anticipo e sopratutto essendo alta stagione, si spende moltissimo per una stanza, praticamente ovunque. Occorre prenotare con MOLTO anticipo, in ogni caso.

GOLDEN WEEK 2019:
Nel 2019 la Golden Week verrà estesa a dieci giorni di festa per celebrare l’abdicazione dell’imperatore, fate molta attenzione a prenotare in questo periodo, sarà un massacro!

Festa di Obon (11-19 agosto)

Obon è la festa giapponese che celebra i defunti. Quasi tutti i giapponesi prendono ferie in questo periodo per tornare a casa e celebrare lo spirito dei propri cari trapassati, un rito molto sentito in Giappone poichè si crede che gli spiriti tornino sulla terra a trovare i propri parenti. Vale lo stesso consiglio per le feste di capodanno, attenzione a treni congestionati, banche e negozi chiusi per ferie.

Silver Week (16-23 settembre) 

Come per la Golden Week, questo è un periodo in cui si ammassano alcune feste nazionali percui a seconda di come cadono i giorni si potrebbe avere una settimana intera di vacanza. E’ un po’ meno affollato della Golden Week ma è comunque da tenere in considerazione. 

Coppa del Mondo di Rugby 2019 e Olimpiadi di Tokyo 2020

Il Giappone ospiterà due grandi eventi sportivi nei prossimi due anni e ci sembra opportuno indicarli come periodi a rischio per il vostro viaggio in Giappone per diversi motivi: a parte la grande quantità di stranieri che interverrà apposta per gli eventi con la conseguente congestione di mezzi pubblici, hotel e in generale massa di persone un po’ ovunque, riteniamo che la più stretta sorveglianza di sicurezza prevista per le occasioni e il rincaro sicuro delle strutture ricettive siano un ottimo disincentivo per viaggiare in questi due periodi. A meno che non andiate proprio ad assistere agli eventi sportivi s’intende. 
Ecco le date: 

Coppa del Mondo di Rugby 2019 – dal 20 settembre al 2 novembre 2019
Olimpiadi di Tokyo 2020 – dal 24 luglio al 9 agosto 2020
XVI Giochi paralimpici estivi (Paraolimpiadi di Tokyo 2020) – dal 25 agosto al 6 settembre 2020 

Pinnami su Pinterest!

- Advertisement -

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.