Tra i piatti che si mangiano la sera di Capodanno in Giappone (Omisoka – 大晦日) c’è sicuramente la Toshikoshi Soba – 年越しそば, ovvero la pasta dell’anno (toshi 年) che attarversa (koshi 越し), simboleggiando il ponte tra la fine e l’inizio dei due.

Cos’è la Toshikoshi soba e perchè si mangia a capodanno

La soba è un tipo di pasta a base di grano saraceno molto amata dai giapponesi. La soba che si mangia a capodanno è una versione più lunga della sottile pasta che si mangia durante tutto il resto dell’anno, poichè si crede che essendo più lunga, àuguri anche una lunga vita e “sottile” nel senso di senza intoppi e incidenti. Per questo motivo anche si dice che porti sfortuna tagliare la soba coi denti mentre la tira su dalla ciotola poichè si “trancerebbe” la lunghezza e il legame tra il vecchio e il nuovo anno. 

toshikoshi soba capodanno ricetta
Toshikoshi soba

Il grano saraceno di cui la soba è composta, è una pianta che sopravvive e cresce anche nelle condizioni meteorologiche più difficili e per questo motivo la soba è anche il simbolo di resilienza e forza, che si augura per il nuovo anno. Inoltre storicamente la pasta di soba veniva usata dai gioiellieri per raccogliere i residui di lavorazione dell’oro e dell’argento, quindi è anche un elemento che si crede porti ricchezze sempre per l’anno che sta arrivando. 
C’è anche la credenza che la soba spazzi via le cose cattive dell’anno passato e faccia pulizia per l’anno nuovo (credenza che si aggancia all’usanza di 掃初 – Hakizome – ovvero pulire la casa negli ultimi tre giorni dell’anno per cominciare l’anno nuovo con la casa – e l’anima – pulita/purificata pronta ad accogliere i Kami del nuovo anno e gli antenati).

A seconda della regione in Giappone la toshikoshi soba può essere chiamata misoka soba, tsugomori soba, kure soba, jyumyo soba, fuku soba, oppure unki soba.

- Advertisement -

L’origine della Toshikoshi Soba

Come tante tradizioni tramandate negli anni si è persa l’origine esatta di come si è iniziato a mangiare la toshikoshi soba per la sera del 31 dicembre. Probabilmente si è iniziato durante il periodo Kamakura o Muromachi (tra il tredicesimo e il quattordicesimo secolo) quando un tempio oppure un signorotto decise di distribuire la soba al popolo affamato nell’ultimo giorno dell’anno, poichè la forma triangolare del chicco di grano saraceno (detto “mikado”) si pronuncia come Mikado inteso come l’imperatore, incarnandone la potenza. 

soba toshikoshi soba capodanno
Hegisoba con tempura

Ad ogni modo la moda di mangiare la Toshikoshi soba si sparse stabilmente nel periodo Edo (tra il 1603 e il 1868) in cui i cittadini/mercanti dell’allora Tokyo antica, essendo molto superstiziosi adottarono questa usanza per attrarre la fortuna per il nuovo anno.

Quando si mangia

Sebbene siano “gli spaghetti di capodanno” si dovrebbe evitare di mangiarli proprio a mezzanotte, come invece noi occidentali siamo abituati con le nostre piccole superstizioni (tipo aprire lo spumante o mangiare cotechino e lenticchie, mandarini o uva). Questo perchè siccome sono una pasta di “transizione” come si è spiegato sopra, si dovrebbe evitare di “tranciarla” mangiandola a cavallo dei due anni, oppure siccome “spazza via” le cose cattive, si evita di portarsele dietro nel nuovo anno mangiandoli proprio a mezzanotte. Altri dicono che non si debba mangiare durante il suono delle campane dei templi o mentre suonano le campane, quindi non sarebbe consigliabile mangiarli la sera di capodanno a partire dalle 9 di sera, quando al tempio cominciano a suonare la campana per il Joya-no-kane.
Si può invece mangiarla per pranzo o per cena della vigilia di Capodanno, poichè nei primi giorni dell’anno si mangiano invece gli Osechi-ryori, piatti preparati apposta per i primi giorni dell’anno nuovo.

toshikoshi soba capodanno piatto
Toshikoshi soba con aringhe per capodanno

Come preparare la Toshikoshi soba: la ricetta

La ricetta per la Toshikoshi soba non è differente in realtà da quella classica, si può mangiare sia fredda che calda. Per quanto riguarda la pasta di grano saraceno potete seguire le istruzioni che vi abbiamo dato in questo articolo su come si prepara la soba e fare gli spaghetti più lunghi del solito. 
Potete preparare uno tsuyu e mangiarla fredda con cipollotto e wasabi, oppure preparare un brodo caldo, di cui vi diamo la ricetta qui sotto e unirci vari ingredienti e toppings. Quelli più scelti per la soba di capodanno sono questi: 

  • Gamberi e Scampi: sono un simbolo di longevità poichè la linea curva della coda sottointende un augurio “che tu possa vivere a lungo, fino a che la tua schiena non si curvi” (inteso come quella degli anziani). Si mangiano in tenpura.
  • Aringhe: poichè uno dei kanji che formano la parola aringa (鯑) si può anche leggere come “entrambi i genitori” e una coppia di aringhe può deporre migliaia di uova, si utilizza l’aringa per augurare prosperità e fertilità per la famiglia
  • Kamaboko (surimi giapponese): di buon auspicio, meglio se bianco e rosso perchè simboleggia il sole nascente e il bianco e rosso sono colori di buona fortuna
  • Abura-age, o tofu fritto. Simboleggia la fortuna in termini di soldi, poichè si dice che il tofu fritto sia il cibo preferito delle volpi, le messaggere della dea Inari, signora del raccolto. L’abura-age ricorda anche dei piccoli sacchetti di soldi, quando viene utilizzato come recipiente per il Mochi kinchaku o per l’Inari zushi, percui viene mangiato per augurare fortuna finanziaria e prosperità per gli affari.
Kake soba, senza condimenti

Vi consiglio di scegliere una proteina principale e poi aggiungere spinaci bolliti e strizzati, agedama (briciole di tempura, fate cadere delle gocce nell’olio della frittura quando preparare i gamberi in tempura), cipolotto tagliato ad anelli ed appoggiarli sulla soba fatta bollire per un minuto e raffreddata sotto l’acqua fredda. Aggiungere tsuyu per la zaru soba (fredda) oppure questo brodo per la versione calda, ecco la ricetta: 

Ingredienti

  • 1,5 litri di acqua minerale
  • un pezzo di alga kombu da 6 cm
  • una manciata da circa 12 grammi di katsuobushi
  • 100 ml di mirin
  • 100 ml di salsa di soia
  • 50 ml di sake da cucina

Procedimento

Preparate il brodo mettendo l’acqua fredda con l’alga in una pentola. Accendere il fuoco e quando comincia a bollire, spegnere il fuoco, togliere l’alga e aggiungere il katsuobushi. Coprire e lasciare mezzora in infusione. 
Preparare il condimento mescolando mirin, salsa di soia e sake e facendolo scaldare in un pentolino per 3-4 minuti.
Filtrare il brodo e scaldarlo, condire il brodo con il preparato fino a che non risulti abbastanza sapido. Versare in una ciotola, sopra alla soba e poi aggiungere i toppings. Spolverare con shichimi togarashi. 

Cibo di capodanno: Toshikoshi soba ultima modifica: 2018-12-29T16:52:48+01:00 da Chiara-san
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.