18.8 C
Tokyo
Cucina giapponese10 Whisky giapponesi da provare subito

10 Whisky giapponesi da provare subito

- Pubblicità -

Non si associa il Giappone al whisky o al gin, ma i whisky giapponesi sono tra i migliori al mondo. La tradizione giapponese del whisky risale al 1923, anno di fondazione della distilleria Yamazaki. Nel 2014 il giapponese Yamazaki Sherry Cask annata 2013 ha battuto tutti i single malt scozzesi, guadagnandosi il titolo di miglior whisky del mondo sulla Bibbia mondiale del whisky di Jim Murray.
Murray lo ha definito “quasi incredibilmente geniale”. Il trionfo giapponese non era effimero, in Giappone vengono infatti prodotte delle bottiglie di whisky veramente incredibili ed ora è arrivato anche per noi occidentali il momento di provarle. Ci sono sempre più whisky giapponesi nei negozi di tutto il mondo e il loro gradimento è decisamente in crescita.

Dalle conosciutissime distillerie Suntory di Yamazaki, alla distilleria Yoichi di Nikka (se vi interessa ecco la storia di Nikka che è un po’ la storia del whisky giapponese) sino ai whisky di piccoli produttori che si sono diffusi recentemente, ecco le nostre bottiglie preferite di whisky giapponese da provare, acquistare, assaggiare.

Suntory Hibiki Harmony (114€)

Il Suntory Hibiku Harmony è una miscela di whisky invecchiati in cinque diversi tipi di legno, tra cui le botti da sherry, rovere americano e Mizunara, un raro legno giapponese. Il prodotto entry-level della linea Hibiki è giocoso al palato, con un ampia profondità di sapori che si sviluppa lentamente su tutta la lingua. Innanzitutto si percepisce il gusto di malto con un tocco di quercia carbonizzata, quindi arrivano le note floreali in mix con agrumi e olio d’arancio. Potremmo sorseggiare questo nettare sino a finire la bottiglia. Una nota di colore: il whisky Suntory Hibiki Harmony è quello che Bill Murray beve in Lost in Translation.

Nikka Coffey Malt Whisky (60€)

Metteci sopra le mani finchè potete. Distillato in un raro e antico alambicco in continuo (Coffey still),  ha più in comune con facili whisky irlandesi che con i complessi scotch. Al palato si percepiscono i sentori di albicocche secche, ananas candito, malto e mais tostato. In fondo si sente il miele e una morbidezza persistente.

Ohishi Brandy Cask Whisky

(Whisky invecchiato in botte di brandy)

Questo whisky è in una categoria tutta sua, l’alcol viene distillato partendo dal riso, come nel tradizionale shochu, invece che dal grano maltato. Anche se questo distillato non viene considerato whisky in Giappone, l’invecchiamento nelle botti di brandy lo qualifica come whisky in America. Al palato ci sono dei sentori simili ai distillati d’uva, molto freschi e floreali, con sentori di tè jasmine, arance candite e “un che” di salato e finocchio.

Ohishi Sherry Cask Whisky

(Whisky invecchiato in botte di sherry)

La seconda proposta delle distillerie Ohishi è molto diversa dal suo fratello più leggero e dolce. Scuro e complesso, viene imbottigliato non filtrato dopo essere stato invecchiato in botti di sherry. Il gusto è arricchito dalla burrosità dello sherry e ha forti sentori della frutta secca, noce moscata, vaniglia e biscotti al burro.

White Oak Akashi red (30€)

Una miscela semplice di uno delle più antiche distillerie giapponesi. Questo whisky è leggero, minimale e preciso. Simile agli scotch dello Speyside (Scozia), è fruttato e mielato. Bevetelo in tradizionale Highball giapponese (liquore con soda) in una calda giornata estiva.

Suntory Hakushu 12-Year Single Malt (185€) 

Dalla famosa distilleria Hakushu della Suntory, che si trova nel sud delle alpi giapponesi, questo single malt invecchiato 12 anni è fresco e complesso. La sua leggerezza inganna: il gusto di torta alle mele verdi si apre ai sapori di biscotti, menta e fumo con una permanenza rotonda in bocca. Bevetelo mentre indossate la vostra giacca di velluto nello chalet in montagna.

Suntory Toki Blended Whisky (42€)

Un altro delizioso prodotto entry level della Suntory, il whisky Toki è buono come se fosse servito in una rinfrescante Highball. I sapori sono quelli dei cereali, frutta secca e crema pasticciera. Questo whisky è facile da bere ed è semplice miscelarlo nei cocktails.

Mars Shinshu Iwai Japanese Whisky (211€)

Ispirato ai whisky americani, queste bottiglie vengono invecchiate in ex botti di bourbon. Fatto con un mash di orzo e mais maltati, i suoi sentori sono simili ai suoi cugini del Kentucky. Al palato si sente la quercia bruciata, vaniglia fresca, cannella con un fondo cremoso di mais. Potete usarlo in cocktails forti come l’Old Fashioned.

Yamazaki 12-Year Japanese Whisky (279€)

Qualsiasi cosa faccia questa distilleria è letteralmente oro liquido, incluso questo whisky fenomenale. Da quando l’azienda ha ricevuto molti premi (incluso miglior whisky del mondo), i prodotti della Yamazaki sono molto richiesti, quindi se trovate una di queste bottiglie compratela subito, se ci riuscite probabilmente non riuscirete a bere nulla di più buono quest’anno.

Taketsuru 17-Year-Old Pure Malt (450€)

Una miscela di whisky di malto dalle distillerie di Yoichi e Miyagikyo della Nikka. Questo distillato prende il nome dal fondatore e padre del whisky giapponese, Masataka Taketsuru. Morbido sin dall’inizio, questo whisky è come un lussuoso sofà in pelle. Bevetelo lentamente e non miscelatelo mai.

Nikka From The Barrel (39€)

Onestamente il mio preferito. Nikka from the Barrel viene prodotto dal 1985 sempre nella sua iconica bottiglia quadrata. Offre il sapore pieno e ricco dei whisky “dalla botte”. Per produrlo vengono combinati ben 100 diversi lotti di grain e malt whisky. La miscela viene poi fatta maturare per alcuni mesi in botti usate in quello che viene chiamato “matrimonio”. La fase del matrimonio ammorbidisce e armonizza i sentori della miscela dandogli un gusto unico.

Mars Komagatake Shinanotanpopo Nature of Shinshu (148€)

“Shina no tanpopo” significa “fiore di dente di leone”. Questo è il terzo whisky prodotto da Mars Shinshu nella gamma Nature of Shinshu. Viene realizzato combinanto del whisky ben invecchiato proveniente dai loro magazzini con del prodotto più giovane.

Matsui Single Malt Mizunara Cask Limited Edition (98€) 

Questo whisky viene prodotto nella distilleria Kurayoshi. La maturazione avviene in botti di rovere giapponese Mizunara. Si tratta di un single malt senza indicazione di età, che è stato distillato e miscelato con acqua del Monte Daisen e imbottigliato alla gradazione di 48%. Sulla bottiglia di questo elegante e delicato whisky viene raffigurato il capolavoro “Trentasei vedute del Monte Fuji” di Katsushika Hokusai,  famoso artista giapponese dell’Ottocento.

Ne hai provato qualcuno? Cosa ne pensi?

10 Whisky giapponesi da provare subito ultima modifica: 2017-04-25T21:34:23+02:00 da nicola
nicola
nicolahttp://www.peresempio.it
Ama la fotografia, il buon cibo e viaggiare quando puo'. Ha conseguito la certificazione "Wset level 1 award in sake". Molto impropriamente il primo livello del sake somellier (su due).

3 Commenti

Comments are closed.

Le ricette più cliccate