whisky giapponesi, come anche i gin giapponesi, sono famosi nel mondo per la loro altissima qualità. La distilleria Nikka produce whisky dall’inizio del 1900. La storia è molto curiosa.

Masataka Takersuru - fondatore di Nikka Whisky giapponese
Masataka Takersuru – fondatore di Nikka Whisky

La storia del fondatore

Masataka Taketsuru, il fondatore della Nikka Whisky, partì per la Scozia nel 1918, con il sogno di produrre distillati in Giappone. Durante il suo viaggio seguì il corso di chimica all’università di Glasgow e fece l’apprendista in tre diverse distillerie di Scotch. Ebbe quindi la fortuna di imparare direttamente dagli artigiani l’arte della distillazione e della miscelatura.

Nel 1920 Masataka tornò in Giappone con due dettagliatissimi taccuini zeppi di note che divennero la prima vera guida giapponese alla produzione di whisky.

Al ritorno in Giappone Masataka era accompagnato da sua moglie Roberta Jessie (detta Rita), conosciuta oltremare e decisa ad aiutarlo nel suo sogno.

- Advertisement -

Il primo whisky giapponese

Purtroppo l’azienda che aveva finanziato il viaggio, la Settsu Shuzo,  aveva abbandonato i suoi piani di produrre whisky in Giappone a causa della recessione successiva alla prima guerra mondiale. Per fortuna di Masataka un’altra azienda la Kotobukiya Limited (Suntory) cercava qualcuno che potesse produrre whisky e lui era sostanzialmente l’unico giapponese disponibile, anzi, l’unico giapponese in grado di farlo. Masataka iniziò a lavorare per la Kotobukiya nel 1923 e seguì la costruzione della distilleria Yamazaki dove poi iniziò a produrre il primo vero whisky giapponese.

Dopo dieci anni di lavoro presso la Suntory, Masataka decise di iniziare a produrre da solo il suo whisky. Nel 1934 costruì la sua prima distilleria a Yoichi, nell’Hokkaido. Yoichi era decisamente fuori mano e scomoda, ma il suo clima è fresco, l’aria è pura e l’umidità ricordavano a Masataka la Scozia e pensava fosse il posto ideale per produrre whisky.

L’azienda iniziò a produrre succo di mela sotto il nome “Dai Nippo Kaju” o “grande compagnia di succo giapponese” così da poter finanziare il progetto di Masataka. Nel 1936 iniziò la distillazione con un impianto sperimentale progettato da Masataka. Finalmente nel 1940 venne distribuito il primo whisky della Nikka. Il nome del prodotto era “NIKKA WHISKY”, l’abbreviazione di “Nippon Kaju”. Nel 1952 anche azienda prese tale denominazione.

Masataka è morto il 29 agosto 1979 all’età di 85 anni.

Nikka Whisky oggi

Nikka Whisky oggi produce diversi whisky e altri distillati come vodka e gin. L’azienda ha ottenuto per sette anni consecutivi il riconoscimento del “World Whisky Awards” per la qualità dei suoi prodotti. Diversi dei suoi prodotti più noti sono realizzati tramite un distillatore coffey in continuo importato dalla Scozia nel 1963 e tutt’ora in produzione. Al nome Coffey sono associati diversi whiskey, i gin e la vodka di Nikka.

Eccovi una selezione dei suoi prodotti:

Nikka from the Barrel

Grazie alla sua particolare bottiglia il Nikka from the Barrel è uno dei whisky più glamour e iconici al mondo. Si tratta di un blend molto alcolico ottenuto raffinando in ex botti di bourbon una miscela dei due single malts del gruppo Nikka (Miyagikyo e Yoichi) e di un whisky di grano. Il gusto è molto raffinato e complesso. Ha note floreali di lillà, fruttate (albicocca), spezie (chiodo di garofano) e cuoio. (puoi trovarlo qui su Amazon)

Nikka Pure Malt black

Il Nikka Pure Malt Black è un blend composto per gran parte dal whisky di Yoichi, una distilleria dell’Hokkaido dal gusto molto marino e torbato. Questo è un whisky dal carattere molto intenso che sa stupire per il suo gusto netto e per l’equilibrio dei sapori. Al naso è voluttuoso con note di spezie e scorza di agrumi, successivamente si percepiscono i fumi e il cioccolato fondente. (puoi trovarlo qui su Amazon)

Nikka Pure Malt Red

Il Nikka Pure Mail Red è un blend dei whisky di malto provenienti dalle varie distillerie Nikka, con particolare presenza di quelli di Miyagikyo. Il pure Malt Red è dominato da note dolci di frutta appassita. In bocca da una sensazione quasi untuosa con un gusto che oscilla tra la pera, mela, orzo maltato leggermente affumicato e il miele. Sul finale è fresco e vegetale, svelando tutta la morbidezza tipica dei whisky della distilleria di Miyagikyo. (puoi trovarlo qui su Amazon)

Nikka Coffey Malt

Ecco un whisky di malto d’orzo distillato nella colonna Coffey del 1963 presso la distilleria Miyagikyo. Insieme al Nikka Coffey Grain è uno degli ingredienti chiave per la composizione dei whisky blend della Nikka. Al palato da inizialmente una sensazione speziata, come di panettone. Successivamente escono la dolcezza e le note agrumate. Il Nikka Coffey Malt è perfetto liscio o abbinato ai dolci tipici italiani(puoi trovarlo qui su Amazon)

Nikka Coffey Grain

Il Nikka Coffey Grain è a base di cereali (mais) ed è distillato nella colonna coffey del 1963 che gli dona una forte nota aromatica. Per paragone le moderne colonne Coffey Stills danno al distillato un tono neutro e privo di aromi. Questo Whisky è la chiave di tutte le ricette blend di Nikka e viene imbottigliato in purezza da pochi anni per poter essere gustato dagli appassionati e dai bartender. (puoi trovarlo qui su Amazon)

Nikka Taketsuru

Il Nikka Taketsuru è una miscela dei due single malts di Nikka, lo Yoichi e il Miyagikyo. La ricetta è stata creata in onore del fondatore di Nikka, Masataka Taketsuru. Al naso domina la frutta matura, mentre in bocca si sentono caffè, liquerizia e una leggera affumicatura. (puoi trovarlo qui su Amazon)

Miyagikyo Single Malt

Miyagikyo è una distilleria nota per la sua acqua pura. Si trova nella prefettura di Miyagi, regione situata nel nord dell’Honshu, la principale isola del Giappone. Questa distilleria produce un single malt dall’inconfondibile freschezza floreale. Il processo di invecchiamento in botti di sherry gli dona una riconoscibilissima nota che ne esalta la grande eleganza. (puoi trovarlo qui su Amazon)

Yoichi Single Malt

Lo Yoichi single malt viene prodotto con i metodi più tradizionali come la distillazione a fuoco diretto di carbone. Questo whisky riflette il carattere marino della distilleria situata sulla costa dell’Hokkaido, l’isola più a nord del Giappone. Il gusto è leggermente torbato, e ha note di fumo e sentori fruttati e floreali. (puoi trovarlo qui su Amazon)

Voi avete mai assaggiato un whiskey di Nikka?
Ad ogni viaggio in Giappone me ne porto a casa almeno una bottiglia ed è un regalo molto ambito dai miei amici.

Nikka whisky, la storia del whisky giapponese ultima modifica: 2019-11-10T23:10:54+00:00 da nicola
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.