13.8 C
Tokyo
CulturaI santuari più particolari di Osaka

I santuari più particolari di Osaka

- Pubblicità -

In questa seconda parte su Osaka spirituale, esploriamo i santuari più speciali in città. Trovate la prima parte sui templi di Osaka (luoghi di culto dedicati al buddismo) a questo link.

Namba Yasaka

Tra le vie di Namba si trova il santuario di Namba Yasaka, famoso per l’edificio a forma di leone (Ema-den), che si distingue come un pezzo unico di architettura, soprattutto rispetto al tempio austero accanto ad esso. Si ritiene che l’enorme bocca del leone ingoi gli spiriti maligni e porti fortuna, specialmente per chi cerca il successo a scuola e negli affari. Per questo motivo molte persone visitano il santuario durante il periodo degli esami o l’inizio e la fine dell’anno fiscale. Non è difficile tracciare un parallelo con il mix caleidoscopico di Osaka, retrò, moderno e futuristico, distillato in questo santuario segreto nel centro del quartiere dei divertimenti più pazzo della città.

santuario osaka namba yasaka a forma di leone
Il particolare santuario Ema-den a Namba Yasaka

Gli edifici originali sono stati distrutti da incendi e raid aerei, per cui questi che vediamo oggi furono ricostruiti nel dopoguerra.

Il festival annuale, che si tiene la terza domenica di gennaio, inscena e celebra il mito secondo cui il dio Susanoo uccise il serpente gigante Yamata-no-orochi.

Il santuario è a 6 minuti dalla stazione di Namba.

Ohatsu Tenjin

Proprio nel cuore del vivace quartiere di Umeda si annida un tempio pieno di storia, l’Ohatsu Tenjin. Questo luogo tranquillo nasconde la storia d’amore drammatica tra la geisha Ohatsu e l’apprendista commerciante Tokubei, presumibilmente basata su un doppio suicidio realmente avvenuto nel santuario nel 1703. Ancora oggi questa storia affascina, tanto da essere raccontata in uno spettacolo di bunraku. Nella commedia, una sfortunata combinazione di pressioni familiari, sventure finanziarie e il tradimento di un amico minacciano di separare i due innamorati. Incapaci di vivere l’uno senza l’altro, si incontrarono al santuario per togliersi la vita. L’intera storia è narrata nel santuario, che per questo è diventato popolare sia per le giovani coppie, sia per coloro che cercano il vero amore, che pregano davanti alla statua della coppia.

Ohatsu  e Tokubei tsuyoten osaka
Le statue di Ohatsu e Tokubei presso il santuario Ohatsu Tenjin

Il nome alternativo dell’Ohatsu Tenjin è Tsuyu no Tenjinja, derivante da una poesia di Suguwara Michizane dedicata alla rugiada, o ‘tsuyu’. Dopo la sua morte Michizane fu deificato nel pantheon shintoista come il dio dell’apprendimento Tenjin, da cui il nome del santuario.

L’Ohatsu Tenjin cambia aspetto il primo e il terzo venerdì di ogni mese, quando si tiene un grande mercato delle pulci. Il terzo weekend di luglio il santuario ospita il festival Reitaisei con spettacoli di tamburi taiko, balli con parasole e una parata nell’area di Umeda.

Il santuario si trova a 10 minuti a piedi a sud est della stazione di Osaka ea soli 5 minuti dalla stazione della metropolitana Higashi-Umeda.

Sumiyoshi Taisha

I quattro edifici disposti a L furono costruiti nel terzo secolo, molto prima che il buddhismo arrivasse in Giappone e influenzasse lo stile architettonico generale dell’arcipelago, compresi i suoi templi shintoisti, l’unica religione radicata nel paese. Pertanto, il santuario Sumiyoshi Taisha ha conservato lo stile Sumiyoshi-zukuri: le caratteristiche tipiche sono semplici tetti di paglia dritti che non si curvano verso l’alto e pali incrociati decorativi sui timpani del tetto. I pilastri sono dipinti di vermiglio, le pareti di bianco e ogni edificio del santuario ha una recinzione di legno circostante. Il santuario ha una storia lunga e rispettata ed è descritto nel primo romanzo al mondo, il Genji Monogatari, e anche nelle opere del romanziere vincitore del Premio Nobel Yasunari Kawabata del XX secolo. Durante i tre giorni di festività di Capodanno, questo santuario è incredibilmente popolare e riceve oltre 2 milioni di visitatori.

Sumiyoshi Taisha Osaka santuario
Il santuario Sumiyoshi Taisha a Osaka.

Così come il grande santuario di Ise, il Sumiyoshi Taisha è stato smantellato e ricostruito molte volte nel corso dei secoli in un atto di ritualistico rinnovamento. Tuttavia, l’ultima volta che si è verificato un completo rinnovo è stato nel 1810. Il progetto architettonico stesso è antico, poiché gli edifici sono sempre ricostruiti esattamente allo stesso modo. Il Sumiyoshi Taisha è classificato come tesoro nazionale e dedicato ai quattro kami del mare, dell’agricoltura, della diplomazia e della poesia waka. In passato, infatti, i mercanti di mare si fermavano a Osaka per pregare qui, prima di tornare alle loro navi.

Sumiyoshi Taisha Osaka santuario
Taikobashi, uno dei ponti più affascinanti del Giappone

Oltre a Honden, l’edificio principale, il sito comprende una collezione di settecento lanterne di pietra e un affascinante ponte ad arco nel parco, il Taikobashi. Quando il ponte fu originariamente costruito circa 400 anni fa, avrebbe attraversato un’insenatura del mare, ma ora attraversa uno stagno e offre un ingresso estremamente panoramico al santuario. Questo ponte è stato deliberatamente costruito con un arco alto per richiamare alla mente l’arcobaleno che fa da ponte tra terra e cielo. Nel 1948 Yasunari Kawabata scrisse un romanzo intitolato “Sorihashi” in cui notò che era più spaventoso scendere dal ponte piuttosto che salire.

Il Sumiyoshi Taisha si trova nel quartiere di Sumiyoshi, nel sud di Osaka. Le stazioni più vicine sono la stazione di Sumiyoshi Taisha e la stazione di Sumiyoshitorii-Mae a circa 3 minuti.

Tenmangu

Inconfondibile con il suo enorme torii, il santuario ospita la divinità dedicata alle arti e agli studi, che nella vita si chiamava Sugawara no Michizane (845-903). Bisogna seguire un lungo cammino prima di raggiungere l’altare per inviare una preghiera al kami. Il Tenmangu fu costruito nel 949, poi distrutto più volte dagli incendi; l’edificio principale che vediamo oggi risale al 1845.

osaka tenmangu santuario

Il famoso festival Tenjin Matsuri si svolge proprio qui: in estate, questo sacro spazio shintoista è invaso da orde di visitatori che desiderano onorare il dio prima di andare a festeggiare sulle rive dell’Okawa.

Il santuario si trova in una zona abbastanza turistica, essendo vicino alla grande via dello shopping Tenjinbashi-suji, ideale per qualche souvenir.

Le stazioni più vicine sono Osakatemmangu e Minami-morimachi.

I santuari più particolari di Osaka ultima modifica: 2021-09-27T17:19:23+02:00 da Eleonora D'Uva
Eleonora D'Uvahttps://eternalexplorer.me
Appassionata di cultura e storia giapponese, oltre che di astronomia e spazio, è sempre alla ricerca di cose nuove e insolite da provare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Single Post – generico ultima modifica: 2021-02-20T22:25:11+01:00 da nicola