Quanto in là vi spingereste per ammirare i fiori di ciliegio giapponesi? Scoprite l’idea di questo architetto per godersi a pieno il periodo dello hanami.

L’architetto giapponese Terunobu Fujimori è conosciuto per le sue creazioni eccentriche e fuori dagli schemi. Non famoso all’estero come altri suoi compatrioti, Fujimori fa parte di quel gruppo di architetti il cui stile è unicamente e tradizionalmente giapponese. Fujimori infatti tende al rifiuto delle tendenze moderne e utilizza materiali naturali nei suoi progetti. È conosciuto soprattutto per le sue case da tè circondate da alberi di ciliegio e per usare una tecnica particolare.

Takasugi-an la casa da tè che sta troppo in alto

Forse la più conosciuta tra le case da tè di Fujimori è la Takasugi-an. Takasugi-an significa ‘casa da tè che sta troppo in alto’. Situata a Nagano, questa casa da tè se ne sta appollaiata su due castagni, tagliati da una montagna vicina e trasportati lì a far da supporto. La casa, realizzata per l’uso privato di Fujimori, è accessibile solo salendo delle scale a pioli. Alla fine della prima scala ci si toglie le scarpe per arrampicarsi sulla seconda e entrare nella casa: un piccolo spazio grande circa tre metri quadri, con i pavimenti fatti di stuoie di bambù e le pareti semplicemente intonacate. 

casa da te terunobu fujimori sull'albero
Takasugi-an

Kiyoharu Art Village

Un’altra casa da tè molto famosa si trova al Kiyoharu Art Village a Hokuto City, prefettura di Yamanashi, a un paio d’ore di treno da Shinjuku. Il Kiyoharu Art Village raccoglie opere di vari artisti e architetti. Fu fondato dal mercante d’arte Yoshii Chozo, che costruì lo Shirakaba Art Museum, la realizzazione del sogno di un folto gruppo di intellettuali e amanti dell’arte giapponesi, la Shirakaba-ha (Società della betulla bianca). La Shirakaba-ha fu una società di aristocratici e benestanti nata nei primi decenni del Ventesimo secolo; il pensiero fondante del gruppo era che migliorando l’individuo attraverso l’educazione, si sarebbe potuta creare una società più equa. I membri enfatizzavano l’importanza delle emozioni e dell’intuizione, in particolare in rapporto con la natura. L’obiettivo della Shirakaba-ha era estrarre e esprimere le qualità estetiche della vita. In questo contesto, il pensiero di Fujimori e delle sue case da tè si inserisce perfettamente.

- Advertisement -
terunobu fujimori casa da te fiaba giapponese
Entrata al Kiyoharu Art Village

Aperto nel 1983, il Kiyoharu Art Village è un museo inserito nella natura: l’ideale per una passeggiata rilassante tra quadri e fiori di ciliegio della varietà Yoshino, con il monte Kaikomagatake e la catena montuosa Yatsugatake all’orizzonte.

La casa da tè Tetsu

La casa da tè Tetsu, creata da Fujimori, segue le stesse regole della Takasugi-an. La casa da tè, sostenuta da un tronco di cipresso giapponese di ottant’anni, è a circa quattro metri da terra ed accessibile solo tramite scale a pioli. Molti artisti contemporanei hanno contribuito alla costruzione, lavorando sull’intonaco e sul tetto di ferro; inoltre, la struttura in sé è antisismica. L’interno è meno di sei metri quadri e minimalista, ma le finestre grandi invitano i visitatori ad ammirare il panorama. L’idea di Fujimori è infatti avere un posto tranquillo dove poter ammirare dall’alto i colori dei fiori di ciliegio in primavera e assaporarne il profumo. Ovviamente con una tazza di buon tè.

terunobu fujimori casa da te architettura giapponese
Casa da tè Tetsu al Kiyoharu Art Village

Yakisugi, il legno carbonizzato

Le case da tè giapponesi di Fujimori hanno attirato l’attenzione di nomi prestigiosi, come il V&A Museum a Londra, per il quale ha realizzato Beetle’s House con il suo personale tocco del rivestimento di cedro carbonizzato (yakisugi). Lo yakisugi è un metodo per carbonizzare il legno che lo protegge dagli agenti atmosferici. Di solito viene usato il cedro giapponese, su cui si crea una patina resistente contro insetti, decomposizione e fuoco. Fujimori lega insieme tre tavole di legno per creare una specie di camino e accende il fuoco all’interno. Dopo circa dieci minuti il fuoco si estende a tutta la superficie delle tavole e viene spento. La parte carbonizzata può essere spessa anche un centimetro per tavole spesse due. Nelle sue creazioni, Fujimori è riuscito a usare tavole lunghe fino a otto metri.

yakisugi
Yakisugi, la tecnica di carbonizzare il legno per renderlo resistente agli agenti atmosferici

Mentre molti suoi colleghi più famosi al di fuori del Giappone si focalizzano sulla semplicità e sui nuovi materiali, Fujimori si concentra su eccentricità e tradizione, oltre che sulle caratteristiche specifiche di materiali naturali come legno, fango, pietre e piante. Ciò nonostante, le sue opere non sembrano semplicemente strambe, ma si creano attorno un’aura da fiaba: perché, in fondo, da bambini tutti abbiamo sognato una casa sull’albero.

Le case da tè da fiaba di Terunobu Fujimori ultima modifica: 2020-04-08T14:00:00+02:00 da Eleonora D'Uva
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.