Il Monte Takao è una meta molto popolare, sia per la facilità che per l’accessibilità. Ovviamente questo comporta spesso di trovare la vetta affollata. Se avete già conquistato il Takao o semplicemente se volete una destinazione altrettanto interessante ma meno affollata eccovi altre 7 facili trekking vicino a Tokyo.

1Tempio Jinmu-ji e monte Takatori

L’escursione inizia dalla stazione Jinmu-ji nella prefettura di Kanagawa e può essere fatta in meno di mezza giornata. I dintorni del tempio Jinmu-ji risalgono (si dice) all’ottavo secolo e sono noti per essere stati frequentati in gioventù dall’imperatore Hirohito. Dopo esservi goduti l’area del tempio potete iniziare la camminata verso il monte Takatori dalla scalinata che si trova sul retro.

La camminata sul crinale offre delle stupende vedute sul mare. Nonostante non sia un percorso fisicamente impegnativo, c’è una piccola ferrata per agevolare gli escursionisti e diversi punti in cui si rischia di cadere se non si presta attenzione al sentiero. Vicino alla cima c’è una vecchia cava usata come palestra di roccia. La cima stessa non è molto alta, solo 139 metri ed è un’area aperta che si affaccia su Yokohama, visibile nelle giornate limpide. Durante la discesa assicuratevi di prendere il sentiero laterale per poter vedere il grande budda di 10 metri scolpito nella roccia prima di raggiungere la stazione Keihin-Taura.

2Sentiero escursionistico di Kamakura Tenen

Questo trekking dura circa mezza giornata e inizia dalla stazione di Kita-Kamakura, sempre a Kanagawa. il percorso è di circa 7 chilometri ed è poco impegnativo. Il sentiero si trova nell’area del tempio Kencho-ji, il più antico tempio Zen di Kamakura. Per poter fare questo percorso è necessario pagare un biglietto di 500 Yen, decisamente una cifra più che accettabile vista la storia e la bellezza del tempio stesso.

Il percorso inizia con una scalinata vicino al santuario Hansobo. Per la prima metà del percorso dovete seguire le indicazioni per Tenen o per il tempio Zuisen-ji, fino a raggiungere i 159 metri di altezza del monte Ohirayama, il punto più alto dell’escursione. Da lì seguite le indicazioni per Zuisen-ji. I segnali lungo il percorso sono praticamente solo in giapponese quindi è utile conoscere i kanji di Tenen (天園) e Zuisen-ji (瑞泉寺). Quasi tutto il percorso è nel bosco, ma ci sono occasionali vedute di Kamakura e del mare. Nelle giornate con il cielo più limpido si può anche vedere il monte Fuji. Sappiate che vicino al sentiero principale ci sono molti altri sentieri laterali; se volete raggiungere il tempio Zuisen-ji è meglio evitarli, anche se le deviazioni possono essere interessanti. Dal Zuisen-ji con una breve passeggiata raggiungerete il santuario Kamakura-gu e la vicinissima stazione di Kamakura.

3Passo Jukkoku per Yugawara

pixta.jp

Il passo Jukkoku, rispetto agli altri percorsi, è un po’ più lontano da Tokyo. Si trova nella prefettura di Shizuoka ed è all’interno del parco nazionale Fuji-Izu-Hakone.  Con il treno locale ci vogliono circa due ore per raggiungere la stazione di Atami e da li ci vuole mezz’ora di autobus per arrivare al passo Jukkoku. Nonostante questo è una bella gita di un giorno, basta partire presto. Dal passo bisogna prendere la funivia per raggiungere la cima distante poco più di 300 metri ma con 101 metri di dislivello (costa 360 Yen e si può solo salire).

Dall’alto la vista è a 360 gradi e permette di vedere sia la baia di Suruga (ritratta in alcune viste di Hokusai) che il monte Fuji. La camminata è praticamente tutta in discesa, e lungo il percorso potrete visitare il tempio Higanesan Toko-ji ricco di statue molto interessanti. Il sentiero passa perlopiù tra il bosco, ma lungo la strada ci sono punti da cui si possono vedere sia Atami che il mare.

4Hodosan, tra le alpi di Nagatoro

L’escursione al Santuario di Hodosan è perfetta per una gita di un giorno. L’Hodosan è Situato a Chichibu nella prefettura di Saitama. Il sentiero si trova vicino alla stazione di Nogami sulla linea del Chichibu e termina al Santuario di Hodosan, un santuario ha ricevuto una stella Michelin ed è considerato uno dei più sacri di Chichibu. Questa escursione è un po’ più facile rispetto al Monte Takao e l’altezza nella parte superiore è di 497 metri. Se siete più interessati al turismo che all’escursionismo l’Hodosan ha una funivia che porta vicino alla cima, mentre la funivia per ridiscendere è vicina al Santuario.
 
La vista domina domina Chichibu dall’alto e in una giornata limpida si può vedere il Monte Buko attraverso la valle. La valle stessa è famosa per la forte presenza di azalee in primavera. Se avete tempo e energie extra dopo le escursioni, potete visitare le famose formazioni rocciose sul fiume Arakawa, situate vicino alla stazione di Nagatoro.

5Monte Jinba

Il monte Jinba non è molto lontano dal Takao e fa parte del Meiji no Mori Takao Quasi-national park. Non è lontano dalla città e tecnicamente è nella zona di Tokyo, anche se non lo si direbbe. Per raggiungere l’inizio del percorso bisogna prendere lo stesso treno sulla linea Keio che porta al monte Takao. Una volta raggiunta la stazione di Takao dovrete prendere il bus per Jinbakogen-shita. Per raggiungere il sentiero bisogna fare quindi una breve passeggiata dalla fermata del bus. Potete anche continuare il percorso raggiungendo il passo Wada prendendo un sentiero più ripido e più breve che arriva alla cima.

Sulla cima della montagna a 857 metri di altezza c’è una caratteristica grande statua di un cavallo. Nei giorni in cui il cielo è più terso dalla cima potrete godere di una vista a 360 gradi e potrete ammirare il Monte Fuji, le alpi a sud, Il Tokyo Skytree, Yokohama e addirittura il monte Nantai di Nikko. Sempre sulla cima ci sono locali che servono noodles e che vendono souvenir.

Ci sono diverse strade per scendere, ovviamente potete rifare la stessa strada dell’andata, ma potete anche  passare per il passo Myoo prendendo un sentiero che inizia con una ripida rampa di scale. Questo percorso finisce a Sagamiko, dove c’è una stazione dei treni. Se partite la mattina presto e siete in forma potreste anche camminare fino al monte Takao, ma la camminata totale è di circa 7 ore e non è consigliabile a tutti.

6Monte Kurotake

Questo monte si trova nella prefettura di Shizuoka. Non ci sono molte informazioni in inglese che lo riguardano e non è conosciutissimo tra i giapponesi, quindi non troverete folle di turisti. Il percorso si raggiunge con il bus partendo dalla stazione di Atami e scendendo alla fermata Kurotake Hiking Course Iriguchi. Il sentiero parte dalla fermata, è relativamente breve ma abbastanza ripido. La camminata è abbastanza facile e attraversa la foresta e campi di sasa (chiamata anche bambù a foglia larga). Come per molte altre escursioni che si fanno in queste zone, nelle giornate limpide dalla sommità c’è una veduta sul monte Fuji.

La discesa è molto più ripida della salita e termina alla fattoria e caseificio di Oratche. Ci sono parti con corde per poter camminare in sicurezza. Alcuni punti possono essere scivolosi per la presenza di ghiaino e pietre, ma perlopiù il sentiero è fatto di terra battuta. Non fosse per questi punti il percorso sarebbe da classificare come facile. Al caseificio troverete anche un negozio di souvenir e un caffè dove potervi ristorare, fate attenzione che per poter raggiungere la stazione di Kannami dovrete prendere un taxi.

7Koboyama

Questa escursione è molto facile, per la maggior parte è letteralmente una camminata in un parco. Il percorso inizia vicino alla stazione di Hadano sulla linea Odakyu, nella prefettura di Kanagawa. L’inizio è proprio di fronte al Toy “R” Us, è quindi difficile non vederlo.

Il primo tratto del sentiero è la parte più difficile e ripida. Ci sono diversi tornanti e si raggiunte la prima delle quattro vette che si incontrerete. Detto questo l’escursione non è difficile e anche questo tratto non è veramente impegnativo. L’intero cammino può essere fatto in mezza giornata. Dalla prima cima, l’Asama, si cammina fino a Gongen (alto 245 metri). Lì c’è un piccolo padiglione con vista sul monte Oyama e sul monte Fuji, oltre che su diverse cime del Tanzawa. La passeggiata dal Gongen al monte Kobo è la già citata passeggiata nel parco. Dopo aver attraversato il tempio sul monte Kobo il sentiero attraversa il bosco e finisce vicino alla stazione Tsurumaki-Onsen.

Questo percorso, in treno, è a meno di 90 minuti da Tokyo. Il Koboyama è molto popolare, soprattutto nella stagione dell’hanami. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.