Questa è un’altra parola molto natalizia: è un oggetto che si vede in quasi tutte le vetrine, soprattutto quelle dedicate ai bambini! Cosa sarà mai? La slitta!! I due caratteri di hiragana che servono per comporre la parola sono SORI.

そり

È difficile trovare qualcosa di sensato da dire sulle slitte – a meno che siate interessati nell’artigianato – quindi vorrei parlarvi di qualcosa di strettamente legato a questo oggetto e al Natale. Per la precisione di un omone cicciottello che si diletta a portare doni ai pargoli servendosi della sua magica slitta e delle sue amiche renne: Babbo Natale.

I giapponesi, dopo essersi aperti alla nostra tradizione del Natale, hanno trovato una loro esclusiva figura di Santa Claus: Hotei Osho.

ほていおしょ

Hotei Osho è una delle sette divinità della fortuna (dalla tradizione cinese). Ha le sembianze di un grasso monaco buddhista ed è facilmente associabile al nostro omone, oltre che per l’aspetto – nonostante la mancanza di barba e capelli – per il sacco che porta sempre con sé e che si dice contenga regali per i più piccini.

- Advertisement -

La cosa strana, leggermente inquietante, ma allo stesso tempo molto divertente, è che Hotei Osho ha gli occhi anche dietro la nuca, cosa che, ovviamente, fa da deterrente per i bambini: tutti possono essere visti fare monellerie!

Mi raccomando, quindi, state in guardia quest’anno!!


Guarda il #8 dicembre del calendario dell’avvento 2016:

8 dicembre #CalendarioAvvento

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.