22.7 C
Tokyo

La Ban Xia germoglia

半夏生

Siamo a mezza estate! Almeno per il calendario delle 72 stagioni giapponesi… E’ un momento importante per l’agricoltura e si riflette in molte tradizioni di questo periodo, al termine del quale arriva Tanabata.

02–06 Luglio

半夏生 – Hange shōzu: La Ban Xia germoglia

La BAN XIA è una pianta chiamata qui da noi Pinellia ternata e germoglia proprio nel periodo che va dal solstizio d’estate a Tanabata (7 luglio). Ci sono varie teorie, ma come si dice sia una linea guida importante per il lavoro agricolo, e si dice inoltre che sia bene finire la semina del riso dopo il solstizio d’estate e prima dell’inizio dell’Hangesho 半夏生 (nel 2023 cade il 2 luglio, mentre negli anni bisestili l’1 luglio per un calcolo simile alla precessione degli equinozi).

La Pinellia ternata è una pianta originaria del Giappone e di altre parti dell’Asia. Hange è il suo nome antico ma oggi è noto anche come karasubishaku: karasu significa corvo e bishaku significa mestolo (in inglese infatti viene chiama crow-dipper e in italiano è conosciuta anche come “merlo acquaiolo”) ma si riferisce ai mestoli di legno che sono spesso usati per raccogliere l’acqua come nelle cerimonie di purificazione che si tengono in giro per il Giappone che potete trovare al temizu all’ingresso dei santuari.

I mestoli tradizionali che ricordano il fiore della Ban Xia

Hange è scritto 半夏 e può letteralmente essere letto come metà estate. Il giorno esatto di metà estate era storicamente 11 giorni dopo il solstizio d’estate ed era una scadenza importante per gli agricoltori, che avrebbero cercato di portare a termine tutte le loro semine entro quel giorno. Al termine del lavoro agricolo, avrebbero dovuto riposare per 5 giorni interi.
In effetti, esiste persino un mito popolare secondo cui uno yokai chiamato Hange vagherebbe per i campi durante questo periodo. Si ritiene che il demone sia stato inventato come mezzo per garantire che i contadini finissero il lavoro in tempo e riposassero in questi 5 giorni.

Hangatsu” è un altro nome per la pianta “Karasubishaku” e comincia a crescere sui sentieri di montagna e nei campi in questo periodo.

La pinellia o Karasubishaku è anche chiamato “candela di volpe” o “cuscino di serpente” (hebi no makura) e, come suggerisce il nome, ha una forma che richiama questi nomi davvero evocativi: ha un bel colore verde, assomiglia a candele sottili e cresce a grappoli sui crinali e sui campi. 

La Ban Xia col suo caratteristico fiore.
Crow-dipper-Photo Credit Abrimaal, CC BY 3.0 via Wikimedia Commons

L’hange dei settantadue climi era un’erba utilizzata della medicina erboristica cinese. Si dice che in alcune zone fosse chiamato ‘Hesokuri‘ perché le donne dei contadini scavavano le radici per verderla come erba medicinale. La particolare forma del karasubishaku la rendeva abbastanza riconoscibile anche per chi non era propriamente un dottore o un erborista dei tempi.

Oltre a questa Hange, c’è anche un’erba chiamata Hangeshou, della famiglia Houttuynia, che fiorisce più o meno nello stesso periodo, e quest’erba diventa bianca con alcune foglie verdi che restano verdi proprio in questa microstagione. Viene chiamato anche “Katashirogusa” e si dice che il polpo di Akashi diventa delizioso proprio quando le foglie di questa pianta Hangesho diventano bianche. Nel Kansai, quando una persona vede la pianta Hangesho con le foglie bianche, pensa: “Voglio mangiare il polpo!”
Il polpo tipico di questo periodo veniva cucinato con patate dolci e poi cosparso di yuzu verde grattugiato.

Katashirogusa o Hangeshou

È fonte di confusione, ma anche Hangeshou (Hangeshou), un membro della famiglia Houttuynia, fiorisce nello stesso periodo. Per qualche ragione, solo quando i fiori sbocciano, la parte superiore delle foglie diventa bianca. È anche chiamato “Hangesho” o “Katashirogusa” perché sembra mezzo bianco. È un fiore che viene spesso utilizzato nelle composizioni floreali accoppiato con i fiori del tè durante l’estate, in quanto ha un’atmosfera molto elegante.

Cos’è l’Hangeame?

In alcune regioni, le forti piogge che cadono durante la metà della stagione estiva sono chiamate “Hangeame“, e le inondazioni causate da questo sono chiamate “Hangemizu“. In generale, la stagione delle piogge finisce a metà della stagione estiva. Durante questo periodo, la forza dell’Oceano Pacifico aumenta gradualmente e aria calda e umida scorre sul Giappone. Ciò provoca forti piogge e durante la stagione di mezza estate si verificano spesso esondazioni e smottamenti dei fiumi.

La Ban Xia germoglia ultima modifica: 2023-07-02T07:00:00+02:00 da Chiara-san
72 stagioni giapponesi

In questa stagione

Chiara-san
Chiara-sanhttp://www.foodandcrafts.it
Ama il Giappone in tutte le sue forme, quando non programma siti web, cucina, legge e cuce cosplay. Parla del Giappone anche mentre dorme.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.