Home Viaggi Guida al castello di Osaka

Guida al castello di Osaka

Castello di osaka dal fossato

Esploriamo il castello di Osaka, uno dei luoghi più famosi e punto di riferimento per molti in città.

Una storia di distruzione e ricostruzione

Il castello di Osaka si staglia nel mezzo del modernissimo paesaggio urbano della città. Se ne sta nel centro dell’omonimo vastissimo parco (due chilometri quadrati), fatto di prati e frutteti con pruni, peschi e ciliegi.
Fu Toyotomi Hideyoshi, uno dei grandi unificatori del Giappone, a iniziarne la costruzione nel 1583. E sempre lui si dedicò a un processo di ampliamento lungo anni, che portò la stessa Osaka a diventare un fulcro commerciale e politico. Si dice che Toyotomi fosse tanto orgoglioso del castello da invitare nobili e missionari da ogni parte del mondo ad ammirarlo.

Purtroppo, gran parte del castello fu distrutta durante la lotta per il potere agli inizi del 1600. Sotto lo shogunato Tokugawa, il castello di Osaka fu ricostruito, e poi ancora distrutto a causa di un incendio causato da un fulmine nel 1665. La torre che vediamo oggi è una ricostruzione completata nel 1931. Sopravvissuto ai bombardamenti della seconda guerra mondiale, subì nuovamente danni a causa di un tifone nel 1950. Il castello fu completamente restaurato nel 1997, e assunse l’aspetto luminoso e curato che apprezziamo oggi.

Visitare il museo

effige di tigre esposta nel castello di Osaka
effige di tigre dorata esposta nel Castello di Osaka

Il museo del castello di Osaka (600 yen, circa 4,80 euro) ha in mostra circa 10.000 artefatti relativi alla storia del castello stesso. Il focus principale è costituito dalla storia della vita di Toyotomi Hideyoshi e della battaglia di Sekigahara, vinta poi da Tokugawa. Gli appassionati di samurai troveranno interessante la sezione sull’argomento; e potranno anche provarsi elmo e armatura, e farsi scattare una foto ricordo (500 yen, circa 4 euro). Inoltre, troverete la collezione di spade, paraventi, monili e mobili in lacca e le lettere scritte dai signori feudali. All’ottavo e ultimo piano c’è un negozio di souvenir e la piattaforma panoramica da cui godersi fantastiche viste sulla città.

Il giardino Nishinomaru

Vista sul giardino Noshinomaru dal belvedere del Castello di Osaka
Vista sul giardino Noshinomaru dal belvedere del Castello di Osaka

Tra le varie strutture all’interno del parco del castello di Osaka c’è il Nishinomaru, un giardino all’inglese costruito per la prima volta nel 1599 per commemorare Toyotomi Hideyoshi. Il Nishinomaru (200 yen, circa 1,60 euro) offre una splendida vista sulla torre del castello, la cinta muraria e il fossato. Ed è anche famoso per i suoi 300 ciliegi e oltre 1200 pruni che fioriscono magnificamente in primavera; in effetti è uno spot molto popolare durante il periodo di hanami, specialmente la sera. Nel Nishinomaru si svolgono vari eventi durante tutto l’anno, incluso un mercato di piante e fiori in autunno e primavera. Nell’angolo nord-est del giardino si trova la casa per la cerimonia del tè Hoshoan (solo su prenotazione), donata nel 1969 da Konosuke Matsushita, fondatore di Panasonic.
Per avere una prospettiva diversa del castello di Osaka, si può salire a bordo delle barche che fanno il giro del fossato in 20 minuti. Il parco del castello di Osaka ospita due sale concerti, una palestra e un campo da kyudo (il tiro con l’arco giapponese).

Come arrivare

Potete arrivare tramite la Osaka Loop Line (stazioni Osakajokoen e Morinomiya) o la Chuo Line (stazioni Morinomiya e Tanimachi Yonchome). Se arrivate da Kyoto, la più comoda è la Keihan Line per la stazione di Temmabashi.
Gli anziani e i visitatori che utilizzano sedie a rotelle possono salire con gli ascensori ai piani superiori del castello.

Guida al castello di Osaka ultima modifica: 2020-04-19T18:30:00+02:00 da Eleonora D'Uva

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.