Dopo la decisione di qualche giorno fa di rimandare le Olimpiadi 2020 di Tokyo dovute alla pandemia del Coronavirus, il Comitato Internazionale Olimpico ha comunicato oggi le nuove date per i giochi olimpici: dal 23 luglio all’8 agosto 2021. Per le paraolimpiadi invece di parla di 24 agosto – 5 settembre 2021.

Le Olimpiadi, è stato deciso, non cambieranno nome in Olimpiadi di Tokyo 2021 ma manterranno la dicitura Tokyo 2020, in parte dovuto al fatto che ci sarebbe troppo poco tempo per rimodulare tutta la comunicazione ed il merchandising relativo (normalmente per i cambi di logo o altro genere le grosse multinazionali impiegano fino a 2 anni a implementare i cambi presso tutte le filiali e la comunicazione coordinata).

La decisione delle nuove date è stata presa in una riunione telefonica nella giornata del 30 marzo 2020, tra il presidente del comitato olimpico internazionale Thomas Bach, il presidente del comitato olimpico giapponese Mori Yoshiro, la governatrice di Tokyo Koike Yuriko e il ministro per le olimpiadi e paraolimpiadi Hashimoto Seiko.

Tre sono le considerazioni principali che hanno portato alla decisione di rinviare i giochi olimpici e che sia il comitato olimpico che la federazione olimpiaca degli sport hanno sostenuto e che riguardano in prima istanza la protezione della salute degli atleti e di tutte le persone coinvolte (team, lavoratori, spettatori..) e per agevolare il contenimento del virus COVID-19. Un assembramento mondiale di tale portata, a parte essere un sicuro mezzo per moltiplicare il contagio, non sarebbe opportunamente stato possibile entro agosto, vista la piega che l’infezione ha preso nel resto nel mondo, si sarebbe rischiato un evento a vuoto.

- Advertisement -

In seconda battuta, il comunicato stampa ufficiale ci annuncia, si sarebbe deciso di spostare le olimpiadi per salvaguardare gli interessi degli atleti e dello sport olimpico, per offrire dunque a tutti gli atleti di potersi adeguatamente preparare nel proprio paese d’origine con le stesse opportunità. Infine si sarebbe deciso per queste date in relazione anche al preesistente calendario sportivo internazionale, per evitare sovrapposizioni.

Lo scarto di un anno quasi esatto (1 giorno di differenza dalle date previste originariamente) permetterebbe inoltre di svolgere le qualificazioni in tempo, qualificazioni che già sono state sospese o rimandate per il 2020 e che si potranno affrontare con sufficiente preparazione atletica e, diciamocelo, serenità.

Seguono nel comunicato stampa, ringraziamenti vari da parte dei presidenti e responsabili. La decisione di rinviare le olimpiadi è stata raggiunta nell’evidente imbarazzo generale di non poter più rimandare la decisione a fronte di lockdown di interi stati europei oltre all’Italia e a quello di New York. Ne scaturisce sui social e sui giornali internazionali una polemica abbastanza fondata sulla correlazione tra la strana “mancanza” di casi di contagio in Giappone fino ad ora, che incidentalmente sono aumentati in modo esponenziale dal giorno successivo alla decisione del rinvio dei giochi (si parla del 17 marzo nel comunicato stampa ma la notizia è stata diffusa il 25 marzo) e che ravvisano una politica “lassiva” in fatto di prevenzione e contromisure alla diffusione del virus che pure aveva fatto la sua comparsa già in febbraio in Giappone, il primo paese al mondo a registrare casi di coronavirus dopo l’annuncio della Cina.

Intanto l’orologio olimpico davanti alla stazione di Tokyo si è fermato, in attesa di ripartire per il nuovo countdown (ad oggi, 30 marzo 2020).

nuove date olimpiadi tokyo 2020 2021

Nuove date per le Olimpiadi di Tokyo 2020 ultima modifica: 2020-03-30T16:30:43+02:00 da Chiara-san
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.