Il gigante delle bibite Coca-Cola si lancia nel mercato degli alcolici con una linea di bevande a base di Shochu, chiamata Lemondo. Per la prima volta infatti appare sugli scaffali una bevanda con una percentuale di alcol prodotta dal gruppo internazionale. 

Come molte aziende estere che fanno affari in Giappone, Coca-Cola per raggiungere il successo ha dovuto creare dei prodotti appositi per adattarsi al gusto nipponico. Ovviamente potete comprare della normale Coca-Cola in Giappone (oppure la Cocacola  trasparente o anche quella “beauty” con nutrienti e collagene), ma visto che i giapponesi adorano il the verde e il caffè in lattina troverete anche questi prodotti preparati dal noto brand.

Oltre a the e caffè, cosa adorano i giapponesi? I cocktails in lattina, specie se a base alcolica, Coca-Cola ha quindi deciso di buttarsi anche in questo mercato.

I chu-hi – cocktail alcolici

Uno degli alcolici più popolari in Giappone è il lemon sour, detto anche lemon chu-hi. Frizzante e rinfrescante, la versione base è fatta con succo di limone, soda e shochu, un distillato molto comune prodotto da riso o orzo. La Coca-Cola ha deciso di entrare nel mercato del lemon sour con la sua linea Lemondo, il primo alcolico prodotto dall’azienda.

- Advertisement -

La pubblicità, con l’attore Hiroshi Abe, testimonial di Lemondo

Il Lemondo è prodotto con il metodo Maewari che consiste nel tenere in infusione la scorza di limone nello shochu (un po’ come si fa il limoncello), piuttosto che mescolare semplice succo di limone e liquore, metodo comunemente usato da altre aziende. L’azienda dice che il metodo maewari garantisce un gusto migliore ed è usato per produrre tutti e quattro le versioni di Lemondo.

La versione più basica si chiama Standard Lemondo e contiene il 5% di alcol. Se cercate qualcosa di più leggero l’Honey Lemon Lemondo è una bevanda dolce con solo il 3% di alcol.

Standard Lemondo e Honey Lemon Lemondo

All’opposto se cercate qualcosa di più forte, quello che il Conte Negroni chiamava “un calcetto”, il Salt Lemon alza il tasso di alcol al 7%. Se non siete ancora soddisfatti l’Oni Lemon, o Demon Lemon (limone demone), contiene il 9% di alcol oltre che al 70% di succo in più rispetto alle altre versioni. 

Oni Lemon (a sinistra) e Salt lemondo (a destra)

Nel sudovest del Kyoshu il Lemondo è ormai disponibile da un anno dato che Coca-Cola ha voluto fare un test abbastanza prolungato. Dopo aver visto andare esaurito il prodotto presso molti negozi, finalmente l’azienda ha deciso di renderlo disponibile in tutto il Giappone questo autunno. Tutte le versioni costeranno 150 Yen per le lattine da 350 ml (circa 1,10 euro)

Vi ricordiamo che in Giappone non è permesso bere ai minori di 20 anni!

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.