Avete tempo fino al 29 gennaio per visitare la mostra “Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Luoghi e volti del Giappone che ha conquistato l’Occidente”. L’esposizione è inserita all’interno dei numerosi eventi organizzati per celebrare il 150° anniversario dell’inizio delle relazioni diplomatiche tra l’Italia e il Giappone e presenta 200 silografie e libri illustrati provenienti dalla collezione del Honolulu Museum of Art. Una rara occasione per poter ammirare da vicino le opere dei più grandi artisti dell’ukiyoe e immergersi nel mondo giapponese. L’essere umano, con le sue attività quotidiane, è sempre presente in un armonioso rapporto con la natura, tipico della tradizione giapponese.

La mostra si divide in diverse sezioni. Dopo un prima parte introduttiva con stampe della fine del Settecento e della prima metà dell’Ottocento il visitatore è catapultato nell’impervia e spettacolare natura giapponese con la sezione dedicata ai ponti e alle cascate delle diverse province del Giappone. L’allestimento della sala, a primo impatto confusionario, vi aiuterà invece a perdervi tra la bellezza dei luoghi raffigurati. Hokusai e Hiroshige sono continuamente messi a confronto, così come in tutta la prima metà della mostra. La sezione seguente è interamente dedicata a Hokusai e alla serie Trentasei vedute del monte Fuji. La [grande] onda presso la costa di Kanagawa è la protagonista indiscussa della sala, posizionata al centro, tutte le altre stampe le ruotano attorno; divertitevi a cercare in ogni silografia la sagoma del monte Fuji. Prima di passare alle sezione successiva vi verrà presentato un video interessantissimo, non fatevi spaventare dalla durata (20 min ca.) e guardatelo perché vi illuminerà sul procedimento seguito per la creazione delle stampe xilografiche e vi verrà sicuramente voglia di rivedere le prime sale della mostra. Troverete in seguito Le cinquantatré stazioni di posta del Tōkaidō di Hiroshige, anche qua non  mancano confronti con il rivale Hokusai.

Viaggerete insieme alle stampe lungo la via che collegava la capitale amministrativa, Tokyo, alla capitale imperiale, Kyoto. Nelle due sezioni successive ritorna protagonista Hokusai con due serie di genere letterario, vi è un’esplosione di colori, brillanti e intensi e non mancano alcuni versi poetici. Nella terzultima sezione la natura è protagonista, il cosiddetto filone della “pittura di fiori e uccelli”, genere pittorico cinese importato in Giappone già dalla metà del Settecento, vede Hokusai e Hiroshige destreggiarsi nella resa meticolosa di fiori, quasi sempre accompagnati da uccelli, e animali come anatre, gru e tartarughe. A Utamaro è dedicata la penultima sezione, una piccola sala in cui però è concentrata tutta la grazia delle beltà femminili, genere di cui è  maestro incontrastato. L’ultima sala presenta i Manga di Hokusai, poco conosciuti, si tratta di una serie di album di schizzi realizzati dall’artista per insegnare a dipingere ad artisti e anche, perché no, ai dilettanti. I soggetti sono luoghi, animali, esseri umani colti in particolari posizioni, oggetti, e sono di una bellezza straordinaria.

Le opere sono tante, prendetevi del tempo e se potete dividete la visita in due giorni diversi, per godere appieno di quello che la stanchezza vi farà osservare velocemente. L’impressione generale è che si sia puntato di più sulla quantità delle opere che sulla qualità ma ciò non toglie nulla alla bellezza delle stesse; difficilmente in Italia si possono vedere così tante stampe xilografiche e per gli amanti del Giappone sarà un po’ come fare un viaggio nell’amato paese.

- Advertisement -

Ultimi consigli: se potete evitate il weekend, la folla rovina l’atmosfera della mostra, e non badate a spese nello shop.  

Mi raccomando:  #followthewave !

Dove e quando

“Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Luoghi e volti del Giappone che ha conquistato l’Occidente”

Milano – Palazzo Reale
22 settembre 2016 – 29 gennaio 2017
Orari : lunedì chiuso
           Martedì, mercoledì, venerdì, sabato, domenica 9.30-19.30
           Giovedì 9.30-22.30

La biglietteria chiude un’ora prima.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.