I giapponesi sono molto attenti alla stagionalità degli ingredienti e fa parte della cultura nipponica godere dei frutti della natura nel periodo in cui sono più saporiti e pronti per essere colti. Vediamo quale frutta è di stagione in autunno.

nashi_pearPere Nashi

Le pere giapponesi sono anche conosciute col nome di Nashi mentre nei paesi anglofoni di parla di pere “sabbia” poichè la texture della polpa e’ abbastanza croccante e contiene dei granelli piu’ densi.
Questo tipo di pera può essere addentato immediatamente al momento della raccolta senza aspettare che maturi come si fa per altri tipi di frutta. La stagione delle nashi comincia a settembre-ottobre ed in giappone si possono trovare al costo di 100 yen circa a frutto.
Ci sono anche altri tipi di pere come le nijusseiki dalla buccia giallo-verde e dal gusto ricco e succoso e le pere kosui e hosui che hanno buccia rossa-marrone e sono più dolci delle nijusseki.

frutta-giapponese-22930481209_c22126a0b6_bCachi

I cachi sono uno dei frutti più significativi dell’autunno in giappone. Ne esistono sia varianti dolci che amare, ma le qualità più famose sono la fuyugaki che assomiglia al caco nostrano, morbido e dolcissimo, e i jirogaki che hanno polpa più soda e croccante, assomigliano ai nostri caco-mela. Questi ultimi hanno forma squadrata generalmente rispetto a quelli che troviamo in Italia che sono più tondeggianti.

Anche i cachi costano circa 100 yen al pezzo in giappone.

- Advertisement -

La maggior parte dei cachi dolci viene mangiata fresca come dessert, mentre per quanto riguarda le varietà dal gusto amaro, i frutti vengono pelati e messi ad asciugare al sole in modo da intensificare gli zuccheri.
Se viaggiate in giappone in autunno vedrete file di cachi legati con uno spago appesi ad asciugare all’aria: si trovano specialmente nelle zone montane intorno a Takayama e si chiamano hoshigaki.
Gli hoshigaki vengono anche serviti come parte degli Osechi, il cibo speciale preparato per il primo giorno dell’anno.

Hoshigaki - cachi essiccati
Hoshigaki – cachi essiccati

malus-fujiMele

Da noi le mele sono di stagione  in inverno e ovviamente non fa eccezione il Giappone. La differenza sta nel confezionamento, ogni frutto viene riparato dagli urti con una retina di polistirolo oppure vengono insacchettate 4 mele a forma piramidale in un sacchetto trasparente. La cura dell’imballaggio è sempre molto evidente e anche qui il prezzo è di circa 100 yen per un frutto.
Mentre in europa abbiamo diversi tipi di mele gialle e verdi, in giappone si preferiscono le mele rosse.
La zona intorno al monte Fuji dà circa la metà della produzione nazionale ed è famosa per un tipo di mela dalla buccia rossa brillante e dalla polpa dolce e succosa che a volte contiene addirittura dello sciroppo.
Per quanto riguarda le mele gialle e verdi la più popolare è il tipo orin. Leggermente acida con una dolcezza pronunciata.

frutta-giappone-1

Mandarini – mikan

I mandarini giapponesi contengono raramente dei semi. Si possono mangiare ovunque poichè la buccia si incide facilmente con le mani e sono ottimi come snack.

Gli Unshu-mikan sono mandarini che maturano circa all’inizio dell’inverno cambiando la buccia dal giallo all’arancione e vengono venduti in sacchetti di plastica da circa 1 kg tra i 400 e i 600 yen. Sono la varietà più popolare di mandarino in giappone e hanno la polpa morbida e succosa. Si dice che mangiare questi mandarini al calduccio sotto al kotatsu sia proprio del primo giorno dell’anno.
Ci sono anche altri tipi di mandarini giapponesi, come  gli iyokan, un incrocio tra arance e mandarini (tipo mandaranci), i ponkan dal sapore forte e buccia corrugata e gli amanatsu, gli ultimi della stagione che appaiono tra marzo e maggio.

1280px-three_mikan

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.