I 10 migliori gelati confezionati e ghiaccioli da mangiare in Giappone

188

Eccovi una piccola mappa per i tesori contenuti nei congelatori dei conbini giapponesi.

L’estate giapponese è caldissima, ma più le giornate sono calde più i gelati sono buoni.

Purtroppo quando si va in un conbini a caccia di qualcosa di rinfrescante siamo un po’ spiazzati dal fatto che non conosciamo le marche dei gelati e ci risulta difficile capire i gusti, soprattutto se non conosciamo il giapponese. Soranews in collaborazione con il sito Minna no Koe ha lanciato un sondaggio per sapere quali sono i migliori gelati. Ci sono stati 5.520 voti ed eccovi la top ten!

10. Gold Line (110 voti)

Conoscendo le stranezze giapponesi in fatto di cibo si potrebbe pensare che questo gelato sia un lussuoso parente del gelato con foglia d’oro di Kanazawa, purtroppo il produttore meiji ha solo dato il nome “oro” ad una sua linea di prodotti per attirare i clienti. Questo è un classico gelato ricoperto al gelato con lo stecco, tipo mottarello. 

9. Lemon Gyunyu Soft (114 voti)

Sono dei coni di gelato morbido. La tipica cupola protettiva serve per mantenere il classico ricciolo fatto dalle macchinette istantanee tipo Carpigiani. Per produrre questo dessert viene usato il latte al limone della prefettura di Tochigi (“Lemon Gyunyu” in giapponese). L’aroma, ovviamente, è di limone ma il gusto è leggero.

8. Calpis Ice Bar (132 voti)

Il calpis è una bevanda simile allo yogurd molto popolare in Giappone. Oltre alla bevanda esistono anche ciambelle e frullati “gusto Calpis” ideati da McDonald’s. Questi sono dei ghiaccioli su stecco dal tipico gusto di latte leggermente acido.

7. Viennetta (220 voti)

Non è come la nostra viennetta, viene prodotta da Morinaga e viene fatta con un mix di Mascarpone dell’Hokkaido, pezzi croccanti di cioccolato e gelato alla vaniglia.

6. Black Mont Blank (279 voti)

Letteralmente il Monte Bianco Nero, l’ispirazione di questo gelato sembra essere più la montagna che il tipico dessert di castagne che qui in Italia porta quasi lo stesso nome. Il gelato Black Mont Blank è molto popolare nella zona sud-occidentale del Kyushu, è fatto con del gelato alla vaniglia ricoperto al cioccolato e infine uno strato di biscotti sbriciolati a ricoprire il tutto.

5. Sacré (283 voti)

Sacré è una coppa di ghiaccio tritato con sopra una fettina di limone, una granita alla frutta insomma. Questa è una delle migliori opzioni se volete rinfrescarvi e non volete il classico gelato al latte o siete attenti alle calorie. Assicuratevi solo di non congelarvi il cervello.

4. Cono di zucchero Europei (350 voti)

A differenza degli altri prodotti di questo elenco, i coni di zucchero europei di Kracie non si possono acquistare sfusi, ma solo in confezione. Il problema è che bisogna avere un congelatore o di mangiarli in gruppo per non sprecarli. Il lato positivo è che questi coni tipo cornetto Algida costano solo 50 Yen l’uno (circa 40 centesimi!!).

3. Gari Gari-kun (659 voti)

Ecco uno dei segreti giapponesi meglio custoditi. I Gari Gari-kun sono dei ghiaccioli con uno strato esterno più spesso che racchiude un nucleo di ghiaccio tritato. Il produttore, AkaginYugyo, continua a provare nuovi gusti (tra cui gli stravaganti e inquietanti gusti agli spaghetti, zuppa di mais e patate stufate), ma la versione tradizionale blu al delicato gusto agrumi resta difficile da battere. Non sono più economici come un tempo, ma restano la merenda più dissetante del pianeta. Li abbiamo provati in Giappone e sono spaziali! (Nota di Chiara-san)

2. Super Cup (Supaa kappu) (1.022 voti)

Il nome Super Cup si riferisce ad una linea di prodotti della Meiji; le varianti  vaniglia, cioccolato e te verde matcha sono le più diffuse. Le coppette di gelato Super Cup sono gustose ma non stucchevoli. Anche come consistenza e dimensione (ne troppo morbido né esageratamente grande) il prodotto risulta bilanciato rendendolo universalmente apprezzato.

1. Choco Monaka Jumbo (1.209 voti)

Ed ecco il gelato che sta sul trono di ghiaccio: il Choko Monaka Jumbo di Morinaga. Un gelato alla vaniglia contenente strati di cioccolato, una ricopertura sempre di cioccolato e un sottile wafer che lo ricopre tutto. Sono generazioni che i giapponesi amano questo gelato. Si ispira alla Monaka, il sottile wafer ripieno tipico dolce giapponese. 

Tutti questi gelati possono essere trovati praticamente in ogni negozio di alimentari del Giappone. I prezzi variano di negozio in negozio, ma nessuno costa più di qualche centinaio di yen e quindi sono ideali per combattere la torrida estate giapponese… in maniera golosa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.