Tokyo Nagoya in 40 minuti col Maglev Tokyo Nagoya in 40 minuti col Maglev
286 chilometri a tutta velocità entro 10 anni. Scopriamo cos'è il treno Maglev Tokyo Nagoya in 40 minuti col Maglev

Novità per i treni giapponesi, confermata la nuova tratta Chuo che correrà nell’entroterra giapponese da Tokyo a Osaka e che permetterà di utilizzare la nuova tecnologia Maglev che al momento è in uso in giappone solo in una tratta urbana circoscritta nella regione di Aichi. 

Il Maglev (Magnetic Levitation) si basa sulla tecnologia contactless che permette al treno di levitare per circa 10 centimetri sopra ai binari, generando un campo magnetico tra i magneti superconduttori a bordo e le spirali a terra. Siccome il sistema non causa attrito tra ruote e binari, la velocità del treno può raggiungere e facilmente superare i 500 chilometri orari. 
La differenza di polarità nel campo magnetico genera una forza che allo stesso tempo spinge e tira il treno. 

La nuova tratta coprirà la distanza Tokyo (Shinagawa) – Nagoya in 40 minuti contro l’attuale ora e mezza e più avanti nel tempo il tragitto Tokyo-Osaka scenderà agli incredibili 67 minuti invece delle due ore e 22 minuti che impiega ora lo Shinkansen Tokaido. 
Il primo viaggio alla supervelocità è previsto per la prima fase Tokyo-Nagoya per il 2027, mentre per arrivare a Osaka in 67 minuti dovremo aspettare purtroppo fino al 2045. L’annuncio è stato dato dalla linea JR Tokai. 

Quanto costa costruirlo

Il progetto è stato finanziato per 9 mila milioni di yen, circa 72,3 miliardi di euro. La tecnologia per il Maglev è stata testata per la prima volta con successo nel 1972 dopo dieci anni di ricerche ma la successiva divisione delle ferrovie in aziende privatizzate nel 1987 ha rallentato il processo e i mezzi economici a disposizione. La JR Tokai ha costruito nel 1997 un percorso sperimentale nella prefettura di Yamanashi e nel 2003 il treno ha raggiunto la considerevole velocità record di 581 chilometri orari.

Le tecnologie sono dunque a disposizione e tenute in grande considerazione per l’implementazione ma finora il ministero dei trasporti (il principale finanziatore dei treni shinkansen) non aveva approvato i progetti di costruizione di questo tipo di linee ferroviarie a causa dei costi elevatissimi, tra cui quello degli espropri dei terreni.

Nel 2007 La JR Tokai annunciò di voler costruire autonomamente una linea maglev Tokyo-Osaka ed ora non sta più aspettando il supporto finanziario dal governo.

Una linea maglev è attualmente in funzione a livello metropolitano ad Aichi, costruita in occasione dell’Expo 2005. Linimo (リニモ), questo è il suo nome, è il primo esempio di linea maglev metropolitana ed è operato dalla società Aichi Rapid Transit Co., Ltd.
La linea corre a una velocità di 100 km/h ed è lunga circa 9 km. 

Quanto costa il biglietto

Un biglietto costerà solo 700 yen in più dell’attuale costo dello shinkansen Nozomi tra Tokyo e Nagoya (10.890 yen in seconda classe con prenotazione – circa 87 euro) e 1000 yen in più per la tratta fino a Osaka

Il percorso del Maglev

La linea che verrà costruita per permettere al treno di raggiungere queste incredibili velocità attraverserà le prefetture di Kanagawa, Yamanashi, Nagano e Gifu e sarà lunga 286 chilometri. Sono previste quattro fermate: Samigahara, Kofu, Iida e Nakatsugawa, situate nelle rispettive prefetture citate. Siccome la maggior parte del percorso attraversa un terreno montagnoso, circa l’86% (246 chilometri) verranno percorsi in tunnel.

Lo scopo di questo percorso oltre a tagliare attraverso le montagne, consiste nell’ottenere una linea ferroviaria alternativa da poter utilizzare in caso di terremoti o tsunami. L’asse Tokyo-Nagoya-Osaka è infatti vitale per la società giapponese e l’alternativa alla attuale linea Tokaido è passare a nord, con l’Hokkaido Shinkansen e proseguire fino a Nagoya attraverso la prefettura di Gifu con normali treni limited express oppure continuare fino a Kyoto-Osaka con la linea che corre e costeggia il lago Biwa. Sebbene sia in costruzione un nuovo ramo per connettere Kanazawa e Kyoto tramite una linea interna più veloce, questo nuovo percorso del Chuo si profila come indispensabile per il futuro dei trasporti giapponesi.

E’ possibile vedere e scoprire il Maglev al centro espositivo Maglev della Prefettura di Yamanashi, che espone l’attuale prototipo di vettura di test che raggiunse i 581 km/h nel 2003 e varie macchine e punti informativi che spiegano come funziona il campo magnetico e il principio del maglev.

Dove

Maglev Exhibition Center

Yamanashi Prefectural Maglev Exhibition Center
山梨県立リニア見学センター

〒402-0006 Yamanashi-ken, Tsuru-shi, Ogatayama, 2381

Sito web

Photos and Illustration: Courtesy of JR Central

Tokyo Nagoya in 40 minuti col Maglev ultima modifica: 2017-05-31T19:28:13+00:00 da Chiara-san
Ti è piaciuto? Condividi su:Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Chiara-san Editor in chief

Ama il Giappone in tutte le sue forme, quando non programma siti web, cucina, legge e cuce cosplay. Parla del Giappone anche mentre dorme.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *