Mostra HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda a Bologna

94
Quando:
12 ottobre 2018–3 marzo 2019 giorno intero
2018-10-12T00:00:00+02:00
2019-03-04T00:00:00+01:00
Dove:
Bologna
Museo Archeologico di Bologna Via dell’Archiginnasio
2 - Bologna
Contatto:

HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda. 

Capolavori dal Boston Museum of Fine Arts

 

Al Museo Civico Archeologico di Bolognadal 12 ottobre 2018 fino al 3 marzo 2019, le opere dei due più grandi Maestri del “Mondo Fluttuante”: Katsushika Hokusai (1760 – 1849) e Utagawa Hiroshige (1797 – 1858). 

La mostra HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda. Capolavori dal Boston Museum of Fine Arts espone, per la prima volta in Italia, una selezione straordinaria di oltre 250 opere provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston. Il progetto, suddiviso in 7 sezioni tematiche, curato da Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson, è una produzione MondoMostre Skira con Ales S.p.A Arte Lavoro e Servizi in collaborazione con il Museum of Fine Arts di Boston, promosso dal Comune di Bologna | Istituzione Bologna Musei e patrocinato dall’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, dall’Ambasciata del Giappone in Italia e dall’Università degli Studi di Milano.

Museo Archeologico di Bologna
Via dell’Archiginnasio, 2
40124 – Bologna

ORARI

  • Lunedì: 09:00 – 19:30
  • Martedì: CHIUSO
  • Mercoledì – Venerdì: 09:00 – 19:30
  • Sabato: 10:00 – 22:00
  • Domenica: 10:00 – 19:30

La biglietteria chiude un’ora prima

Chiusure straordinarie

  • Martedì, 25 Dicembre 2018

Aperture straordinarie

  • Martedì, 01 Gennaio 2019: dalle 14 alle 19.30

INFOLINE

- Advertisement -

051/5285851

[email protected]

Per i gruppi la prenotazione è obbligatoria

BIGLIETTI

  • Intero: € 14 (prevendita € 2)
    Tutti gli individuali
  • Ridotto: € 12 (prevendita € 2)

LE IMMAGINI DEL MONDO FLUTTUANTE

Gli anni trenta dell’Ottocento segnarono l’apice della produzione ukiyoe nota come “immagini del Mondo Fluttuante”. In quel periodo furono realizzate le serie silografiche più importanti a firma dei maestri che si confermarono – qualche decennio più tardi con l’apertura del Paese – come i più grandi nomi dell’arte giapponese in Occidente.

Tra essi spiccò da subito Hokusai, artista e personalità fuori dalle righe. Vent’anni dopo rispetto a Hokusai, Hiroshige divenne un nome celebre della pittura ukiyoe poco dopo l’uscita delle Trentasei vedute del monte Fuji.

Più giovane di circa vent’anni rispetto a Hokusai, Hiroshige divenne un nome celebre della pittura ukiyoe poco dopo l’uscita delle Trentasei vedute del monte Fuji del maestro grazie a una serie, nello stesso formato orizzontale, che illustrava la grande via che collegava Edo (l’antico nome di Tokyo) a Kyoto. Si trattava delle Cinquantatre stazioni di posta del Tōkaidō, conosciute come “Hōeidō Tōkaidō” dal nome dell’editore che lanciò verso il successo Hiroshige. Da allora l’artista lavorò ripetutamente su questo stesso soggetto, producendo decine di serie diverse fino agli anni cinquanta.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.