Calendario Eventi

Qui trovi un elenco degli eventi giapponesi, corsi, fiere e incontri riguardanti il Giappone che si svolgono in Italia, nella vicina Europa o eventualmente eventi di interesse che si svolgono in Giappone. 

Organizzi un evento giapponese?

Mandaci le informazioni e lo pubblicheremo nella nostra sezione eventi! 

INSERISCI EVENTO

Giu
14
ven
Mostra fiabe giapponesi Sorekara @ Milano
Giu 14–Set 30 giorno intero
Mostra fiabe giapponesi Sorekara @ Milano

Elisa Macellari

Sorekara…
fiabe giapponesi illustrate
a cura di Illustrazioni Seriali

in mostra dal 14 giugno a fine settembre

presso Gastronomia Yamamoto Via Amedei, 5 Milano

Per Illustrazioni Seriali, e in collaborazione con la Gastronomia Yamamoto, Elisa Macellari ha realizzato una serie di 10 tavole, che illustrano le più popolari fiabe giapponesi.
Il titolo della mostra “Sorekara…” che in Giapponese significa “e poi?” rievoca quella curiosità tipica dei bambini che fremono per conoscere il finale di una storia. Finale che, così come nelle fiabe europee, apre un momento di riflessione sui grandi interrogativi della vita: il successo, l’amicizia, l’amore e la morte.

Elisa Macellari è un’illustratrice italo-thailandese nata e cresciuta a Perugia e di base a Milano.
Dal 2012 è illustratrice freelance per case editrici e riviste nazionali ed estere.
Tra i suoi clienti The New York Times, Women’s Health UK, Cartoon Network, Donna Moderna, Mondadori, Feltrinelli, Einaudi, Giunti, Piemme, Zanichelli, Rubbettino, Il Battello a Vapore, J-pop, Linus, Plansponsor, Planadviser, Donna Magazin, viction:ary, Nobrow Press, Bandcamp, Cancer World Magazine, Razor & Tie Records, Langosteria, Karimoku New Standard, Woodyzoody, B&B Italia e Realtime. Nel 2018 pubblica “Papaya Salad”, il suo primo graphic novel, edito da BAO Publishing, tradotto in Francia dalla casa editrice Steinkis. Nel 2017 vince la Gold Medal di Autori di Immagini nella categoria editoria e nel 2019 la Silver Medal nella categoria fumetto. Il suo lavoro è stato esposto in Italia e all’estero.

Gastronomia Yamamoto è la prima gastronomia giapponese dove si serve una cucina nipponica casalinga nel cuore di Milano.

Set
13
ven
Autunno 2019 al Museo d’Arte Orientale di Venezia @ Venezia
Set 13 giorno intero
Autunno 2019 al Museo d'Arte Orientale di Venezia @ Venezia

Autunno al Museo d’Arte Orientale di Venezia appuntamenti settembre 2019

Al Museo d’Arte Orientale salutiamo l’arrivo di un autunno ricco di appuntamenti!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Il 13 settembre riprendono le visite guidate per ciechi: Severina Bortolato vi aspetta alle ore 15.00 per scoprire il suono degli strumenti musicali con la nuova App MuseoOrientale realizzata nell’ambito del progetto Usefall, Unesco Sites for all e non solo: sarà possibile toccare gli strumenti più interessanti (solo su appuntamento telefonico allo 041 5241173).

Il 14 settembre alle ore 11.00 Elena Riu vi guiderà in un percorso tra le opere e i motivi iconografici giapponesi che hanno ispirato gli artisti occidentali e che saranno presto esposti alla mostra

Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860-1915 di palazzo Roverella a Rovigo.

Museo d’Arte Orientale di Venezia
sestiere Santa Croce, 2076 – 30135 Venezia
(Fondamenta de Ca’ Pesaro)
tel. e fax: +39 041 5241173
e-mail: pm-ven.orientale[email protected]

Set
14
sab
Autunno 2019 al Museo d’Arte Orientale di Venezia @ Venezia
Set 14 giorno intero
Autunno 2019 al Museo d'Arte Orientale di Venezia @ Venezia

Autunno al Museo d’Arte Orientale di Venezia appuntamenti settembre 2019

Al Museo d’Arte Orientale salutiamo l’arrivo di un autunno ricco di appuntamenti!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Il 13 settembre riprendono le visite guidate per ciechi: Severina Bortolato vi aspetta alle ore 15.00 per scoprire il suono degli strumenti musicali con la nuova App MuseoOrientale realizzata nell’ambito del progetto Usefall, Unesco Sites for all e non solo: sarà possibile toccare gli strumenti più interessanti (solo su appuntamento telefonico allo 041 5241173).

Il 14 settembre alle ore 11.00 Elena Riu vi guiderà in un percorso tra le opere e i motivi iconografici giapponesi che hanno ispirato gli artisti occidentali e che saranno presto esposti alla mostra

Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860-1915 di palazzo Roverella a Rovigo.

Museo d’Arte Orientale di Venezia
sestiere Santa Croce, 2076 – 30135 Venezia
(Fondamenta de Ca’ Pesaro)
tel. e fax: +39 041 5241173
e-mail: [email protected]

Set
21
sab
Autunno 2019 al Museo d’Arte Orientale di Venezia @ Venezia
Set 21 giorno intero
Autunno 2019 al Museo d'Arte Orientale di Venezia @ Venezia

Autunno al Museo d’Arte Orientale di Venezia appuntamenti settembre 2019

Al Museo d’Arte Orientale salutiamo l’arrivo di un autunno ricco di appuntamenti!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Il 13 settembre riprendono le visite guidate per ciechi: Severina Bortolato vi aspetta alle ore 15.00 per scoprire il suono degli strumenti musicali con la nuova App MuseoOrientale realizzata nell’ambito del progetto Usefall, Unesco Sites for all e non solo: sarà possibile toccare gli strumenti più interessanti (solo su appuntamento telefonico allo 041 5241173).

Il 14 settembre alle ore 11.00 Elena Riu vi guiderà in un percorso tra le opere e i motivi iconografici giapponesi che hanno ispirato gli artisti occidentali e che saranno presto esposti alla mostra

Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860-1915 di palazzo Roverella a Rovigo.

Museo d’Arte Orientale di Venezia
sestiere Santa Croce, 2076 – 30135 Venezia
(Fondamenta de Ca’ Pesaro)
tel. e fax: +39 041 5241173
e-mail: [email protected]

Festival del Bonsai ad Andora @ Andora (SV)
Set 21–Set 22 giorno intero
Festival del Bonsai ad Andora @ Andora (SV)

sab 21- dom 22 settembre 2019

“Festival del Bonsai ad Andora” 

Il Comune di Andora in collaborazione con l’Associazione culturale Drynemetum organizza anche quest’anno, nei giorni  sabato 21 e domenica 22 settembre p.v.nel comune di Andora (SV) il “FESTIVAL DEL BONSAI”.

Come sempre il grande protagonista è il bonsai. Sarà possibile assistere alle lavorazioni in contemporanea dei club partecipanti. L’evento sarà impreziosito da appuntamenti con la cultura giapponese e con i suoi protagonisti.

 

SCARICA LA LOCANDINA! 

LOCANDINA FRONTE

LOCANDINA RETRO

Aki Matsuri 2019 @ Torre de’Roveri (BG)
Set [email protected]:00–22:00
Aki Matsuri 2019 @ Torre de’Roveri (BG)

Aki Matsuri
Festa giapponese d’autunno

Sabato 21 Settembre, dalle 16.00 alle 22.00
presso Oratorio di Torre de’Roveri 
Via Conciliazione 1, Torre de’Roveri

I giapponesi amano assistere ed accompagnare i cambi di stagione, tradizioni secolari che si ripetono ogni anno in occasioni di solstizi ed equinozi. Queste giornate di festa sono chiamate Matsuri.  Una delle più suggestive, è dedicata ad Aki, l’autunno, e prende il nome di Akimatsuri! Ringraziare  per il calore della tramontante estate ed accogliere i nuovi colori autunnali, quelle infinite tonalità dal giallo al bruno, passando per ogni gradazione di rosso, che doneranno nuova luce a città e templi.  

Per il primo anno, anche noi festeggeremo quest’evento! Un intero pomeriggio dedicato al Giappone, alle sue arti lente e alle sue cerimonie tradizionali. Ricco e fitto il calendario delle attività: laboratori, dimostrazioni ed esposizioni attraverso le quali potrete scoprire alcune delle caratteristiche di quel “pianeta stupefacente” chiamato Giappone!   

Workshop

Bonsai(SOS Bonsai)
Hado Shiatsu
Ikebana
Origami
Orizome
Shodo
Kendama

Hobbisti

Accessori (WAccessory Maki)
Prova di Yukata (Kimonografico)
Azuki Cream (Albero di Campagna di Toshi Satoji)
Ornamenti (Manekiya) 

Dimostrazioni

Cerimonia del Tè
Karuta (Aki Karuta)

Mostre

Mostra fotografica ~ Viaggiare in Giappone
Katana (la spada giapponese)
Bonsai

Chiacchierata sulla cultura e sul viaggio in Giappone con Luigi Gatti, autore del “Cammino del Giappone”

Interverranno:

Luigi Gatti. Autore del “Cammino del Giappone”
Kokoro, Associazione per la cultura giapponese(Bergamo)
Fujikai, Associazione culturale italo giapponese(Brescia)
PAGINE ZEN
Bonsai Bergamo
IES,Istituto Europeo di Shiatsu

Per informazioni: Luigi Gatti([email protected]), Kokoro([email protected]gmail.com)

 

Workshop di Shodo – Calligrafia giapponese @ Ostia
Set [email protected]:30–19:30
Workshop di Shodo - Calligrafia giapponese @ Ostia

Con il termine shodō 書道, letteralmente “Via della scrittura”, si indica l’antica arte giapponese della calligrafia.

Armonia e grazia sono alla base di questa affascinante disciplina artistica, nella quale ogni tratto contribuisce alla creazione di un’opera unica e densa di significato.

Il corso sarà tenuto da una maestra giapponese certificata.
Obiettivo del workshop è apprendere le caratteristiche fondamentali dello shodō e sperimentare l’uso degli strumenti tradizionali dell’arte della scrittura sotto la guida di una maestra giapponese di calligrafia.

Per partecipare al workshop bisogna riempire il modulo di prenotazione che trovate nel link seguente: Modulo di registrazione
Il costo del corso è di 30,00 per i tesserati.
Il costo della tessera è di 5,00€.

Per info e prenotazioni:
🌎 www.japanplanet.it
📧 [email protected]

Set
22
dom
Autunno 2019 al Museo d’Arte Orientale di Venezia @ Venezia
Set 22 giorno intero
Autunno 2019 al Museo d'Arte Orientale di Venezia @ Venezia

Autunno al Museo d’Arte Orientale di Venezia appuntamenti settembre 2019

Al Museo d’Arte Orientale salutiamo l’arrivo di un autunno ricco di appuntamenti!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Il 13 settembre riprendono le visite guidate per ciechi: Severina Bortolato vi aspetta alle ore 15.00 per scoprire il suono degli strumenti musicali con la nuova App MuseoOrientale realizzata nell’ambito del progetto Usefall, Unesco Sites for all e non solo: sarà possibile toccare gli strumenti più interessanti (solo su appuntamento telefonico allo 041 5241173).

Il 14 settembre alle ore 11.00 Elena Riu vi guiderà in un percorso tra le opere e i motivi iconografici giapponesi che hanno ispirato gli artisti occidentali e che saranno presto esposti alla mostra

Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860-1915 di palazzo Roverella a Rovigo.

Museo d’Arte Orientale di Venezia
sestiere Santa Croce, 2076 – 30135 Venezia
(Fondamenta de Ca’ Pesaro)
tel. e fax: +39 041 5241173
e-mail: [email protected]

Set
27
ven
Autunno 2019 al Museo d’Arte Orientale di Venezia @ Venezia
Set 27 giorno intero
Autunno 2019 al Museo d'Arte Orientale di Venezia @ Venezia

Autunno al Museo d’Arte Orientale di Venezia appuntamenti settembre 2019

Al Museo d’Arte Orientale salutiamo l’arrivo di un autunno ricco di appuntamenti!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Giovedì 5 settembre ci faranno visita i bambini che hanno aderito al programma Esploratori delle arti, laboratori creativi e itinerari in città del Polo museale del Veneto in collaborazione con Didatticando, per un laboratorio sul teatro delle ombre di Giava!

Il 13 settembre riprendono le visite guidate per ciechi: Severina Bortolato vi aspetta alle ore 15.00 per scoprire il suono degli strumenti musicali con la nuova App MuseoOrientale realizzata nell’ambito del progetto Usefall, Unesco Sites for all e non solo: sarà possibile toccare gli strumenti più interessanti (solo su appuntamento telefonico allo 041 5241173).

Il 14 settembre alle ore 11.00 Elena Riu vi guiderà in un percorso tra le opere e i motivi iconografici giapponesi che hanno ispirato gli artisti occidentali e che saranno presto esposti alla mostra

Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860-1915 di palazzo Roverella a Rovigo.

Museo d’Arte Orientale di Venezia
sestiere Santa Croce, 2076 – 30135 Venezia
(Fondamenta de Ca’ Pesaro)
tel. e fax: +39 041 5241173
e-mail: [email protected]

Set
28
sab
Giapponismo in Europa, la grande mostra a Palazzo Roverella (Rovigo) @ Rovigo
Set 28 2019–Gen 26 2020 giorno intero
Giapponismo in Europa, la grande mostra a Palazzo Roverella (Rovigo) @ Rovigo

GIAPPONISMO
Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860 – 1915

Rovigo, Palazzo Roverella

28 settembre 2019 – 26 gennaio 2020

Mostra a cura di Francesco Parisi

 

Sul finire del XIX secolo la scoperta delle arti decorative giapponesi diede una notevole scossa all’intera Arte europea. Un potente vento di rinnovamento, se non proprio un uragano, che dall’Oriente investiva modelli, consuetudini stratificate nei secoli, conducendo l’arte del Vecchio Continente verso nuove e più essenziali norme compositive fatte di sintesi e colori luminosi.
La svolta avvenne quando, all’inizio degli anni ’60 dell’Ottocento cominciarono a diffondersi in Europa, e principalmente in Francia, ceramiche, stampe, ed arredi da giardino dall’Impero del Sol Levante che, pochi anni addietro, nel 1853, si era aperto al resto del modo. 
Le prime xilografie si diffusero, dapprincipio, grazie al commercio di vasi e ceramiche, con cui questi venivano “avvolti” e“impacchettati”. I preziosi fogli erano spesso i celebri manga di Hokusai o altre brillantissime stampe di Utamaro e Hiroshige che tanta influenza ebbero sugli Impressionisti, sui Nabis, fino alle Secessioni di Vienna e Monaco per concludere il loro ascendente con i bagliori della Grade Guerra trasformandosi in un più generico culto dell’oriente nel corso degli anni 20 e 30 del Novecento. 
La moda giapponista, esplosa attorno al 1860 e destinata a durare almeno un altro cinquantennio coinvolse dapprima la ricca borghesia internazionale, ma soprattutto due intere generazioni di artisti, letterati, musicisti e architetti, trovando via via sempre più forza con l’innesto della nascente cultura e Liberty e modernista sempre più attenta ai valori decorativi e rigorosi dell’arte giapponese.

Il taglio che Francesco Parisi ha scelto per descrivere questa effervescente pagina della storia dell’arte europea e mondiale nella grande mostra “Giapponismo, Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860 – 1915” (Rovigo, Palazzo Roverella, dal 28 settembre 2019 al 26 gennaio 2020, per iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, con il Comune di Rovigo e l’Accademia dei Concordi) è decisamente originale mappando, per la prima volta, le tendenze giapponiste dell’Europa tra Ottocento e Novecento: dalla Germania all’Olanda, al Belgio, dalla Francia all’Austria, alla Boemia, fino all’Italia. 

Nelle 4 ampie sezioni in cui è dipanato il racconto, egli affianca originali e derivati, ovvero opere scelte fra quelle che giungendo dal Giappone divamparono a oggetto di passioni e di studi in Europa, accanto alle opere che di questi “reperti” evidenzino la profonda influenza. 
Pittura e grafica, certo. Ma anche tutto il resto, dall’architettura, alle arti applicate, all’illustrazione, ai manifesti, agli arredi,…. A dar conto, per la prima volta in modo organico, di quanto capillarmente e profondamente quel Giapponismo sia entrato nel corpo della vecchia Europa.

Quattro sezioni, quante furono le grandi Esposizioni Universali che in quei decenni contribuirono, grazie alla presenza dei padiglioni giapponesi, a svelare ed amplificare il nuovo che giungeva da così lontano, da quel luogo misterioso e magico.
Dall’esposizione londinese del 1862, dove i “prodotti” del Sol Levante debuttarono, a quelle parigine del ’67 e’78, che ebbero nelle proposte il loro elemento di maggiore attrattività, fino all’esposizione del cinquantennale dell’Unità d’Italia del 1911 che ebbe una vasta influenza su molti artisti delle nuove generazioni. 

Accanto ai capolavori di Gauguin, Touluse Lautrec, Van Gogh, Klimt, Kolo Moser, James Ensor, Alphonse Mucha si potranno ammirare le tendenze giapponiste nelle opere degli inglesi Albert Moore, Sir John Lavery e Christopher Dresser; degli italiani Giuseppe De Nittis, Galileo Chini, Plinio Nomellini, Giacomo Balla, Antonio Mancini, Antonio Fontanesi e Francesco Paolo Michetti con il suo capolavoro La raccolta delle zucche; e ancora i francesi Pierre Bonnard, Paul Ranson, Maurice Denis ed Emile Gallé; i belgi Fernand Khnopff e Henry Van De Velde.