Calendario Eventi

Qui trovi un elenco degli eventi giapponesi, corsi, fiere e incontri riguardanti il Giappone che si svolgono in Italia, nella vicina Europa o eventualmente eventi di interesse che si svolgono in Giappone. 

Organizzi un evento giapponese?

Mandaci le informazioni e lo pubblicheremo nella nostra sezione eventi! 

INSERISCI EVENTO

Ott
12
ven
Mostra HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda a Bologna @ Bologna
Ott 12 2018–Mar 3 2019 giorno intero

HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda. 

Capolavori dal Boston Museum of Fine Arts

 

Al Museo Civico Archeologico di Bolognadal 12 ottobre 2018 fino al 3 marzo 2019, le opere dei due più grandi Maestri del “Mondo Fluttuante”: Katsushika Hokusai (1760 – 1849) e Utagawa Hiroshige (1797 – 1858). 

La mostra HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda. Capolavori dal Boston Museum of Fine Arts espone, per la prima volta in Italia, una selezione straordinaria di oltre 250 opere provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston. Il progetto, suddiviso in 7 sezioni tematiche, curato da Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson, è una produzione MondoMostre Skira con Ales S.p.A Arte Lavoro e Servizi in collaborazione con il Museum of Fine Arts di Boston, promosso dal Comune di Bologna | Istituzione Bologna Musei e patrocinato dall’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, dall’Ambasciata del Giappone in Italia e dall’Università degli Studi di Milano.

Museo Archeologico di Bologna
Via dell’Archiginnasio, 2
40124 – Bologna

ORARI

  • Lunedì: 09:00 – 19:30
  • Martedì: CHIUSO
  • Mercoledì – Venerdì: 09:00 – 19:30
  • Sabato: 10:00 – 22:00
  • Domenica: 10:00 – 19:30

La biglietteria chiude un’ora prima

Chiusure straordinarie

  • Martedì, 25 Dicembre 2018

Aperture straordinarie

  • Martedì, 01 Gennaio 2019: dalle 14 alle 19.30

INFOLINE

051/5285851

[email protected]

Per i gruppi la prenotazione è obbligatoria

BIGLIETTI

  • Intero: € 14 (prevendita € 2)
    Tutti gli individuali
  • Ridotto: € 12 (prevendita € 2)

LE IMMAGINI DEL MONDO FLUTTUANTE

Gli anni trenta dell’Ottocento segnarono l’apice della produzione ukiyoe nota come “immagini del Mondo Fluttuante”. In quel periodo furono realizzate le serie silografiche più importanti a firma dei maestri che si confermarono – qualche decennio più tardi con l’apertura del Paese – come i più grandi nomi dell’arte giapponese in Occidente.

Tra essi spiccò da subito Hokusai, artista e personalità fuori dalle righe. Vent’anni dopo rispetto a Hokusai, Hiroshige divenne un nome celebre della pittura ukiyoe poco dopo l’uscita delle Trentasei vedute del monte Fuji.

Più giovane di circa vent’anni rispetto a Hokusai, Hiroshige divenne un nome celebre della pittura ukiyoe poco dopo l’uscita delle Trentasei vedute del monte Fuji del maestro grazie a una serie, nello stesso formato orizzontale, che illustrava la grande via che collegava Edo (l’antico nome di Tokyo) a Kyoto. Si trattava delle Cinquantatre stazioni di posta del Tōkaidō, conosciute come “Hōeidō Tōkaidō” dal nome dell’editore che lanciò verso il successo Hiroshige. Da allora l’artista lavorò ripetutamente su questo stesso soggetto, producendo decine di serie diverse fino agli anni cinquanta.

Ott
25
gio
La maschera e il corpo – Corso di storia ed estetica del teatro giapponese @ Milano
Ott 25 2018–Feb 28 2019 giorno intero
La maschera e il corpo - Corso di storia ed estetica del teatro giapponese @ Milano

La maschera e il corpo
Corso di storia ed estetica
del teatro giapponese

a cura di Asiateatro (www.asiateatro.it)

Teatro Elfo Puccini – Milano
ottobre 2018 – febbraio 2019

 

Otto lezioni per conoscere la grande tradizione teatrale giapponese, dalle origini nel mito e nel rito alla fioritura dei generi classici (nō, kabuki, bunraku) fino al teatro-danza contemporaneo. Ancora carico della magia dei riti antichi della possessione sciamanica eppure capace di costante rinnovamento, il teatro giapponese è il modello di un “teatro totale” che ha affascinato le avanguardie europee. Scopriremo la sua storia e le sue tecniche attraverso video, immagini e testi in compagnia delle docenti Carmen Covito e Rossella Marangoni, presidente e vicepresidente di AsiaTeatro.

Corso introduttivo: 8 lezioni con cadenza quindicinale, il giovedì dalle ore 18.30 alle ore 20.30

Calendario:  25 ottobre, 8 e 22 novembre, 6 dicembre 2018, 17 e 31 gennaio, 14 e 28 febbraio 2019

Costo: € 200 (sconto 10% a studenti e abbonati Elfo)  + € 10 quota di iscrizione all’associazione culturale AsiaTeatro per chi non è ancora socio.

Dove: Teatro Elfo Puccini – Corso Buenos Aires 33 – Milano

Il programma del corso:

  1. Introduzione storico-antropologica. Le forme più antiche della rappresentazione in Giappone (kagura, sarugaku, gigaku, bugaku)
  2. Le forme classiche: il nō (parte prima)
  3. Le forme classiche: il nō (parte seconda)
  4. Le forme classiche: il kyōgen
  5. Le forme classiche: il bunraku
  6. Le forme classiche: il kabuki (parte prima)
  7. Le forme classiche: il kabuki (parte seconda)
  8. Il recupero della tradizione nel teatro danza contemporaneo.

L’ordine delle lezioni è indicativo e potrebbe cambiare in caso di necessità.

Poiché sono stabiliti un numero minimo e un numero massimo di iscritti, preghiamo le persone interessate di inviare una mail di preiscrizione con i propri recapiti all’indirizzo: [email protected]

Gen
15
mar
Cinema VariEtà – rassegna proiezioni giapponesi a Roma @ Roma
Gen 15–Mar 14 giorno intero

L’Istituto Giapponese di Cultura presenta

CINEMA VARIETA’

15 gennaio – 14 marzo 2019
proiezioni ore 17.00 o 19.00 – sabato ore 11.00 

film in v.o. con sottotitoli in italiano o inglese

Istituto Giapponese di Cultura
Roma Via A. Gramsci, 74
ingresso libero

Dall’universo dell’infanzia a quello della terza età, dall’animazione all’horror… una selezione di Japanese movies all’insegna della varietà, o meglio delle VariEtà, che potranno sintonizzarsi sul film più affine alla propria lunghezza d’onda o stato d’animo. Prime visioni italiane, come l’esilarante commedia interpretata da attori bambini Ninja Kids!!! Summer Mission Impossible! (2013), successi del passato rigorosamente in pellicola, come L’amore di Nabbie (1999) o Una scuola stregata (1995), original net-anime (Time of Eve, 2010), perle dell’animazione giapponese, come The Garden of Words (2013) di Makoto Shinkai e un assaggio del J-horror di Hideo Nakata con The Complex (2012), che vede il ritorno di spiriti vendicativi cari alla tradizione letteraria e cinematografica giapponese…
e molto altro.

PROGRAMMA PROIEZIONI

martedì 15 gennaio ore 17.00
giovedì 7 febbraio ore 19.00

It’s a Beautiful Life 
di Osamu Minorikawa
(Jinsei, irodori, 2012, 112’, DVD) sott. inglese

Basato sulla storia vera di tre donne anziane – amiche d’infanzia – che incuranti dell’età e dei pareri contrari delle famiglie, danno vita a un proficuo business di foglie decorative ad uso alimentare presso la Prefettura di Tokushima.

©2012 It’s a Beautiful Life `IRODORI` Film Partners


giovedì 17 gennaio ore 19.00
martedì 12 febbraio ore 17.00

Time of Eve (animazione)
di Yasuhiro Yoshiura
(Eve no Jikan, 2010, 106’, DVD)
 sott. inglese
 
Science-fiction film che indaga sulla coesistenza di uomini e androidi sempre più simili al genere umano: al crescente utilizzo di automi si associa tuttavia un clima di tensione, intolleranza e razzismo…
©2009 / 2010 Yasuhiro YOSHIURA / DIRECTIONS, Inc.


martedì 22 gennaio ore 17.00
giovedì 14 febbraio  ore 19.00

The complex 
(Kuroyuri danchi, 2013, 106’, DVD)
di Hideo Nakata
sott. italiano e inglese
 
Una giovane infermiera si trasferisce in una casa popolare con i genitori e il fratellino, ma strani rumori provenienti dall’appartamento a fianco sono solo i prodromi di misteriose e inquietanti presenze…
©2013 “The Complex” Film Partners


giovedì 24 gennaio ore 19.00
giovedì 7 marzo ore 17.00
TheGarden ofWords (animazione)
di Makoto Shinkai
(Kotonoha no niwa, 2013, 46’ DVD)
sott. inglese
 
Un introverso studente di 15 anni sogna di diventare calzolaio e nei giorni di pioggia diserta la scuola per disegnare modelli di calzature femminili, in un gazebo all’interno di un enorme parco cittadino. E’ lì che incontra una giovane donna misteriosa…
©Makoto Shinkai/CoMix Wave Films


sabato 26 gennaio ore 11.00
martedì 26 febbraio ore 17.00

Chibi Maruko-chan. Ono-kun  e Sugiyama-kun(animazione)
di Tsutomu Shibayama e Yumiko Suda 
(Chibi maruko chan Ono kun to Sugiyama kun,1990, 94’, DVD)
sott. italiano
 
Tratto da un manga di Momoko Sakura, recentemente scomparsa, e pubblicato su una rivista di fumetti per ragazze, il film racconta le giornate di Maruko- chan, vispa alunna di terza elementare e le sue scorribande insieme agli amici Ono e Sugiyama.
©Nippon Animation Co. Ltd.


martedì 29 gennaio ore 17.00
sabato 23 febbraio ore 11.00

POP IN Q (animazione)
di Naoki Miyahara
(Pop in Q, 2016, 95’, DVD)
sott. italiano
 
Fantasy animato che procede a ritmo di musica e danza. Al centro della storia cinque giovani studentesse catapultate nel fantastico mondo della Valle del Tempo, su cui incombe una grave minaccia.
©Toei Animation/”Pop in Q” Partners 2016


giovedì 31 gennaio ore 19.00
giovedì  14 marzo ore 17.00

L’AMOREDINABBIE 
di Yuji Nakae 
(Nabbie no koi, 1999, 92’, 16mm)
sott. italiano
 
Una ragazza in visita ai parenti  in uno splendido villaggio di Okinawa, scopre la nonna tra le braccia di uno sconosciuto….
a riprova che i sentimenti non guardano l’età.

©Yes Vision/Office Shirous


sabato 2 febbraio ore 11.00
venerdì  1 marzo ore 19.00

La scuola stregata
di Hirayama Hideyuki
(Gakkō no kaidan, 1995, 100’, 16mm)
sott. italiano
 
Horror girato in una scuola elementare di periferia negli anni ’90, prende spunto da storie di fantasmi rivisitate con moderni effetti speciali e un tocco di comicità.
©Toho+Sundance Company


martedì 5 febbraio ore 17.00
sabato 16 febbraio ore 11.00

Ninja Kids!!! Summer Mission Impossible! 
di Ryuta Tasaki
(Nintama Rantaro: Natsuyasumi Shukudai Daisakusen! no Dan, 2013, 90’, DVD)
sott. italiano e inglese
 
Un’operazione da veri ninja quella che devono compiere Rantaro e i suoi compagni di scuola, incaricati di recuperare una spada che ha il potere di conquistare il mondo.
©2013 Ninja Kids P.C.

Gen
19
sab
Mostra JUNJI ITO La spirale della mente, l’inferno della carne @ Milano
Gen 19–Feb 10 giorno intero
Mostra JUNJI ITO La spirale della mente, l’inferno della carne @ Milano

Mostra

JUNJI ITO

La spirale della mente, l’inferno della carne

12 gennaio – 10 febbraio 2019
WOW SPAZIO FUMETTO
Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata
Viale Campania 12 – Milano

Dopo il successo delle mostre “Tuoneide” (2016) e “Lords for the Ring” (2017) WOW Spazio Fumetto e Lucca Comics & Games, in collaborazione con Edizioni Star Comics, portano a Milano la mostra dedicata dal festival lucchese a uno dei maggiori fumettisti contemporanei: Junji Ito. La mostra “La spirale della mente, l’inferno della carne”, allestita presso WOW Spazio Fumetto dal 12 gennaio al 10 febbraio 2019 a ingresso libero, presenta una selezione di tavole originali commentate direttamente dall’artista, in cui è possibile apprezzare il suo tratto ricercato e il suo crudo realismo, che rendono il suo body horror ancora più inquietante.
La mostra gode del Patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano. L’inaugurazione ufficiale aperta al pubblico sarà sabato 12 gennaio alle ore 16:30.

Junji Ito ha iniziato a lavorare come odontotecnico, ma ha abbandonato presto quel campo per dedicarsi completamente al fumetto.

Se l’ispirazione per l’horror gli viene dai maestri giapponesi che l’hanno preceduto, come Hino e l’amatissimo Umezz, fin da subito Ito rivela una cifra stilistica originale e fortemente caratterizzante. Al tratto scarno e caricaturale dei suoi predecessori contrappone un minuzioso, elegante ed efferato realismo grafico, reso brutalmente efficace dalle sue approfondite conoscenze medico-anatomiche. Parimenti, le sue opere beneficiano di una rara capacità di comprensione ed espressione tanto delle profondità più recondite e contorte dell’animo umano, quanto di forme, deformità e mostruosità della società consumistica contemporanea.

Così, se da un lato il suo body horror colpisce e intriga anche il pubblico mainstream, dall’altro Ito dissemina i suoi lavori di sottotesti – dall’introspezione psicopatologica alla critica sociale – riuscendo nella difficile impresa di essere pop e intellettuale allo stesso tempo. Sue tematiche principali sono i disturbi di percezione, le somatizzazioni ossessivo-compulsive, le paure ataviche, la fascinazione per l’autodistruzione, l’alienazione.

Nello sviluppo del suo discorso artistico Ito pesca a piene mani da altre forme espressive come il cinema (Sam Raimi, la fantascienza classica, i b-movie), la letteratura (H.P. Lovecraft, Osamu Dazai), la pittura (Gustave Dorè, Maurits Cornelis Escher), il design (Hans Ruedi Giger).

Svariate sue opere sono state trasposte in animazione e live-action, annoverando non di rado lo stesso Ito alla sceneggiatura.

La mostra “LA SPIRALE DELLA MENTE, L’INFERNO DELLA CARNE” presenta oltre 70 tavole originali delle sue opere più famose, da “Uzumaki” a “Gyo – Odore di morte”, da “Remina l’astro infernale” a “Black Paradox”, nonché una selezione di riproduzioni autenticate tratte da “Lo squalificato”, la sua ultima fatica, in cui il maestro per la prima volta ha lavorato interamente in digitale.

L’autore
Junji Ito nasce nella prefettura di Gifu nel 1963. Il suo debutto, avvenuto nel 1986 fra le pagine della rivista Monthly Halloween dell’editore Asahi Sonorama, gli vale la menzione d’onore alla prima edizione del Premio Umezz. Tra le sue opere più conosciute troviamo “Tomie”, “Uzumaki”, “Gyo”, “Jigokuboshi Remina”, “Black Paradox”, “Kubitsuri kikyu”, “Nagai yume”, “Amigara dansou no kai”, “Shibito no koiwazurai”, “Ito Junji no neko nikki – Yon & Mu”. Da Gennaio 2018 è stata trasmessa in Giappone la serie animata “Junji Ito Collection”. La sua opera più recente è “Lo squalificato”, basata sull’omonimo romanzo di Osamu Dazai.

Info: 02 49524744/45 – www.museowow.it
INGRESSO LIBERO
Dal martedì al venerdì ore 15:00-19:00.
Sabato e domenica ore 15:00-20:00.
Lunedì chiuso.
Chiusura straordinaria 25, 26 e 27 gennaio