Le mascotte olimpiche finaliste per Tokyo 2020

229

Dopo una accurata selezione tra le oltre 2000 proposte arrivate, la giuria ha selezionato tre proposte per le mascotte olimpiche di Tokyo 2020. 
Questi personaggi incarnano le caratteristiche richieste: lo spirito tradizionale giapponese, i valori olimpici di giustizia e lealtà sportiva, l’amicizia tra gli atleti. 

Per scegliere la coppia finale di mascotte ora i bambini delle scuole giapponesi hanno tempo fino al 22 Febbraio 2018 per votare i loro preferiti ed il 28 Febbraio verrà svelato chi ha vinto la competizione. 

Conosciamo insieme i finalisti!

1Mascotte olimpiche #A

Questa coppia è quella che più mostra un aspetto futuristico. Un mix tra vecchie tradizioni e dinamismo, le due mascotte sono state disegnate con pattern tradizionali che ricordano il kabuto (casco dei samurai), i disegni dei kimono e i sakura. Le caratteristiche principali del carattere sono un forte senso di giustizia ed atleticità per il primo e un carattere calmo ma dirompente al momento giusto, con un grande cuore e amore per la natura per la mascotte paralimpica. I poteri speciali sono il teletrasporto per la mascotte olimpica e il poter parlare con pietre e vento e spostare cose con la telecinesi per la paralimpica. 

2Mascotte olimpiche #B

La seconda coppia di mascotte assomiglia a dei peluche carini. La mascotte delle olimpiadi è modellata sulla forma del maneki-neko e della volpe inari, due figure considerate portatrici di fortuna e nasce rappresentando gli elementi del fuoco e della terra giapponese. Esprime il calore e l’eccitazione dei matsuri tradizionali, è veloce nel correre ma le piace anche fare dei pisolini al sole. Ha il potere di far felici le persone toccandole con la coda. 
La mascotte paralimpica prende ispirazione dai cani komainu, guardiani di pietra dei templi shintoisti, ed è modellato dal vento e dal cielo giapponesi che fanno cambiare le stagioni. Gli piace volare e la sua chioma è fatta di nuvole. Può invocare il vento primaverile e far sbocciare fiori anche sugli alberi secchi. 

3Mascotte olimpiche #C

La terza coppia di mascotte olimpiche sembrano due personaggi delle favole tradizionali giapponesi: quella olimpica è una volpe e quella paralimpica un tanuki. 
La volpe è molto veloce e amichevole e incarna lo spirito del vento, la sua faccia è decorata con disegni di Magatama, perle curve che si trovano nei gioielli tradizionali fatte di giada, agata o quarzo. Il tanuki può trasformarsi grazie alla foglia sulla sua testa ed è un adorabile pigrone pronto a scattare per rallegrare le persone intorno a lui. Rappresenta lo spirito della foresta. Entrambi portano i colori bianco e rossi tipici del Giappone (significano anche buon auspicio) e hanno un fiocco Mizuhiki, che si usa per decorare lettere e buste che normalmente portano doni (si usavano per le lettere indirizzate all’imperatore). 

E voi quale preferite? Quale potrebbe rappresentare i giochi olimpici di Tokyo 2020 secondo voi? 

Per maggiori informazioni sulle mascotte ecco il sito.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui