Chi, tra noi, non ha mai sentito il detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”?

家族
(Kazoku)

In occidente, soprattutto in Italia, il Natale è una festa da passare in FAMIGLIA. Tutti insieme si scartano i regali, ci si mette a tavola, si gioca…ma in Giappone?

Nel paese del sol levante la famiglia ha un ruolo decisamente diverso dal nostro. È vero che dal dopoguerra ha subito una grandissima evoluzione, ma ancora non ha lo stesso peso che ha da noi.

In tempi antichi la famiglia era costituita dalla IE

- Advertisement -

In breve, all’interno di una grande casa vivevano più generazioni, come una sorta di famiglia allargata, insieme a fratelli, sorelle e nipoti. Vigevano il patriarcato e la successione patrilineare e le relazioni erano basate principalmente sul mantenimento del nome della famiglia. Infatti, in mancanza di figli maschi, veniva adottato il genero per tramandare il cognome.
Con l’epoca Meiji, ma soprattutto con la fine della seconda guerra mondiale, le cose iniziano a cambiare. Si passa dalla ie alla famiglia nucleare (madre, padre e figli). Più semplice, vero?

Il problema però, sta nel fatto che – di solito – solo il marito lavorava, e spesso lontano da casa. Finiva così che la moglie doveva occuparsi della famiglia, dell’organizzazione delle finanze, e dell’educazione dei figli. Di conseguenza i ragazzi crescevano senza una figura paterna e con una figura materna molto severa. Non proprio la situazione ideale per trovare un legame familiare. Oggi le cose stanno lentamente cambiando, ma le relazioni genitori-figli rimangono una questione spinosa.

A Natale, dunque, i giapponesi sono soliti ritrovarsi e scambiarsi dei regali soprattutto tra fidanzati. Un po’ come un secondo San Valentino. Infatti, è uno dei giorni prediletti dalle ragazze (ma anche dai ragazzi) per dichiarare i propri sentimenti alla persona amata. Mangiano e bevono insieme, si divertono, vanno al karaoke…ma tutto al di fuori della famiglia.

Però, a ben pensarci…gli amici e il/la fidanzato/a sono la famiglia che uno si sceglie, no?

Ad ogni modo…oggi vi raccontiamo solo delle curiosità, ma vi facciamo anche studiare! Vediamo insieme qualche parola per descrivere la famiglia:

nonna お祖母さん obaasan
nonno お祖父さん ojiisan
mamma お母さん okaasan
papà お父さん otousan
zio おじさん ojisan
zia おばさん obasan
Fratello maggiore お兄さん oniisan
Fratello minore otouto
Sorella maggiore お姉さん oneesan
Sorella minore imouto

Vuoi vedere il giorno #6 del calendario dell’avvento 2016? 

6 dicembre #CalendarioAvvento

- Advertisement -

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui