Banshun (晩春 ‘Tarda primavera’)

15
Quando:
13 maggio 2017–25 giugno 2017 giorno intero
2017-05-13T00:00:00+02:00
2017-06-26T00:00:00+02:00
Dove:
Brescia
Galleria dell'Incisione
Via Bezzecca, 4
Brescia
Contatto:
Galleria dell'Incisione
030-304690

 

Conversazione tra igort e Adriano Ercolani

Venerdì 26 maggio 2017, ore 18:00

In occasione della mostra Banshun (晩春 ‘Tarda primavera’) Igort sarà a Brescia alla Galleria dell’Incisione per incontrare il pubblico in una conversazione con lo scrittore Adriano Ercolani.

«Igort dovrebbe essere dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità.» — Adriano Ercolani

- Advertisement -

DURATA: Dal 13 maggio al 25 giugno 2017
INCONTRO CON L’ARTISTA:
Venerdì 26 maggio si terrà in galleria una conversazione tra Igort e Adriano Ercolani.


La mostra di Igort “Banshun (tarda primavera)” propone, tra l’eclettica produzione di questo artista, una parte del lavoro ispirato al Giappone. Igort, nato nel 1958 a Cagliari, è uno dei più noti fumettisti a livello internazionale.
Le tavole in mostra sono tratte da Quaderni Giapponesi (Coconino Press 2015) e da Gli assalti alle panetterie di Haruki Murakami (Einaudi 2016). Igort ha vissuto inGiappone, collaborando con diversi editori giapponesi. «Il Giappone era diventato per me lo scrigno dei desideri e soprattutto il paradiso dei disegnatori. Inebriato dalle vecchie stampe giapponesi, mi ero addentrato in quel mondo di segni apparentemente semplici che celavano una sapienza misteriosa».

Scrive Adriano Ercolani a proposito dei Quaderni Giapponesi: «In quest’opera Igort si rivela autore sensibile non solo alle immediate suggestioni estetiche ma ai significati più profondi, alle meraviglie più nascoste e illuminanti della riflessione orientale. […] L’arte di Igort assume diversi volti, forme, stili, mescola sacro e profano, abbatte paletti culturali e gioca amabilmente con le convenzioni; esalta la sensualità ed insieme testimonia il raggiungimento di vette interiori, non dispregia la goliardia ma più spesso predilige toni elevati, sfiora altezze mistiche e scende nelle atmosfere più torbide». (Minima & Moralia, 11 aprile 2017)

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui