Il sistema dei samurai divenne illegale e quindi si disciolse nel 1868, segnando la fine del feudalismo in Giappone e l’inizio dell’epoca moderna.

Questo cambiamento avvenne durante l’era giapponese denominata “restaurazione Meiji”, una serie di eventi che hanno portato al ripristino dell’autorità imperiale in Giappone nel 1868 sotto l’imperatore Meiji. Anche prima di questa fase c’era l’imperatore, ma lo stesso non deteneva veramente il potere politico ed era una mera figura rappresentativa. Il vero potere da diversi secoli era nelle mani dello Shogun.

L’oligarchia Meiji che formò il governo sotto la guida dell’Imperatore introdusse una serie di leggi che consolidavano il suo potere e annullavano i resti del governo del periodo Edo, dello shogunato, dei daimyo e della potente classe dei samurai.

Un altro aspetto di questa epoca fu l’accellerazione dell’industrializzazione del Giappone,  portandolo ad essere una potenza militare entro il 1905; lo slogan “arricchire il paese, rafforzare l’esercito” del resto racchiude gli obiettivi del tempo. 

- Advertisement -

Con la Restaurazione arrivarono molti cambiamenti, inclusa la creazione nel 1873 di un esercito di leva moderno e di stile occidentale. I famosi samurai, che nonostante fossero solo il 10% della popolazione detenevano il potere di vita e di morte, perdettero il diritto ad essere l’unica forza armata della nazione e, alla fine, perdettero anche il diritto a portare la spada in pubblico. 

Queste foto sono molto rare e furono scattate al crepuscolo della loro epoca, tra il 1863 e il 1900.

 

Ecco alcuni libri per approfondire:

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui